CINEMA: DEBUTTA IL ”CINEPARROZZO” MADE IN ABRUZZO, ”NEMICI” DI VALLONE IN ANTEPRIMA NAZIONALE A PESCARA

20 Febbraio 2020 20:48

PESCARA – È il primo episodio di produzione cinematografica, di interesse nazionale, totalmente “made in Abruzzo”, tanto che il regista e ideatore del progetto presenta il debutto come quello di un nuovo genere definito ironicamente “Cineparrozzo”: ecco che arriva il film “Nemici” di Milo Vallone.

Sarà proiettato in anteprima nazionale a Pescara il prossimo 27 febbraio, alle 20.30, al cinema Massimo.

Alla presentazione, che si è svolta alla Fondazione PescarAbruzzo, hanno preso parte Vallone e il direttore generale della fondazione, Nicola Mattoscio.

La lavorazione complessiva del progetto è durata un anno e mezzo.

“Nemici”, commedia che ruota intorno al mondo della televisione italiana, vede la partecipazione di artisti, operatori, maestranze, location, sponsor, enti e coproduttori abruzzesi. Unica eccezione, la presenza di una serie di prestigiose partecipazioni di artisti di chiara fama che interpreteranno se stessi.

Tra gli attori, oltre a Vallone, ci sono Valeria Angelozzi e Massimiliano Elia, con la partecipazione di Sandra Milo, Martufello, Antonio Razzi, Pippo Franco, Dado, Federica Cacciola (nei panni di Martina Dell'Ombra) e Andrea Roncato. “

Desideriamo porci come alternativa – dichiara Vallone – al più blasonato genere cinematografico che omaggia il tipico dolce milanese, incentrando e seguendo, attraverso la nostra opera, l'antico stile della commedia all'italiana che ha visto muovere per gloriosi decenni i suoi passi, sulla strada di idee semplici, originali e di satira di costume. Inoltre così come l'etimologia del dolce tipicamente abruzzese suggerisce, 'pan rozzo', la nostra ipotesi narrativa vuole concentrarsi più sullo sviluppo di un'idea originale che sulla messa in scena di divertenti luoghi comuni”.

“L'augurio è pertanto che la nostra esperienza funga anche da apripista per la nostra regione e per i tanti talenti che nel campo della cinematografia, esprime”.
 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: