CIRCOLO TENNIS L’AQUILA: “NON MI CANDIDO, SPORT RESTI LIBERO DA POLITICA”

15 Maggio 2021 10:25

L’AQUILA – “Lo sport deve rimanere sano e libero e la politica deve in questo senso rispettarlo. Non siamo la Juventus, con i meccanismi della quotazione in borsa, e dunque non ritengo opportuno e corretto candidarmi alla presidenza del circolo, nonostante le regole lo permettano”.

Ad affermarlo è l’ex assessore comunale Monica Petrella, commercialista e manager che ha fatto parte della Giunta in quota al sindaco Pierluigi Biondi, di Fratelli d’Italia, che esclude dunque la sua discesa in campo per la presidenza del circolo tennis “Peppe Verna” dell’Aquila.

Questo nel giorno un cui è prevista l’elezione del consiglio di amministrazione che poi dovrà nominare il presidente, bocciando così la ipotesi di corsa a tre di esponenti politici fatta da Abruzzoweb,  alla guida del prestigioso circolo, proprio a cavallo del varo del piano di riaperture e di rilancio delle attività sportive ora che si intravede l’uscita dall’emergenza covid.

“Nel 2017 ero consigliere del circolo tennis da alcuni mesi – tiene a ricordare Monica Petrella – e quando decisi di candidarmi alle elezioni comunali ho ritenuto giusto dimettermi, perché questo deve essere il codice di comportamento corretto.  Con gli incarichi che ho ricoperto e che ricopro, sono comunque anche ora riconducibile ad un preciso schieramento politico”.

Smentita di una sua discesa in campo era arrivata ieri da Fabrizio Ciccarelli, presidente del Passo Possibile: la formazione civica “creata” dal consigliere regionale di centrosinistra Americo Di Benedetto (Legnini presidente).

Il campo resta dunque la sola candidatura del presidente uscente, in carica negli ultimi due anni, il consigliere regionale del Partito democratico, Pierpaolo Pietrucci.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

    Ti potrebbe interessare: