COMUNALI 2023: TRIONFA IL CENTRODESTRA, “VITTORIE STORICHE, OTTIMO EFFETTO SCHLEIN”

29 Maggio 2023 19:31

Italia - Politica

ROMA – Netta vittoria del centrodestra nel turno di ballottaggio delle elezioni comunali 2023 dopo la tornata del 14 e 15 maggio scorsi. Tra i 7 capoluoghi al voto (Vicenza, Massa, Pisa, Siena, Terni, Ancona e Brindisi), sono 5 (Ancona, Brindisi Massa, Pisa e Siena) le città che vanno al centrodestra mentre il centrosinistra strappa solo Vicenza. Spoglio in corso per il primo turno dei comuni al voto di Sardegna e Sicilia.

In calo l’affluenza che, secondo i dati definitivi del Viminale si è attestata al 49,64%, l’8,75% dei votanti in meno rispetto al primo turno (58,39%).

“Il centrodestra vince queste elezioni amministrative e conferma il suo consenso tra gli italiani, il suo radicamento, la sua forza”, commenta il premier Giorgia Meloni.

“Voglio ringraziare tutti i cittadini che hanno scelto di accordare la loro fiducia al centrodestra e che hanno premiato il nostro buongoverno, le nostre proposte e la nostra concretezza”.

“Abbiamo ottenuto conferme importanti e qualche vittoria che potrebbe definirsi storica – rimarca il presidente del Consiglio – come ad Ancona, a conferma del fatto che non esistono più le roccaforti e che i cittadini sanno fare le loro scelte valutando i programmi e le persone. Un risultato che ci incoraggia ad andare avanti e a fare ancora meglio. Voglio fare i miei auguri di buon lavoro a tutti i sindaci che sono stati eletti: il governo lo troverete sempre al vostro fianco”, conclude Meloni con un sorriso.

“Non c’è che dire: un ottimo effetto Schlein”, scrive ironico su Twitter il leader della Lega, Matteo Salvini.

“Straordinari risultati per la Lega e il Centrodestra in tutta Italia. Con storiche vittorie ad Ancona- unico capoluogo regionale al voto,  da sempre amministrato dalla sinistra- e Brindisi. Trionfo in Toscana con la riconquista di Massa, Pisa e Siena”.

ANCONA

Ad Ancona, secondo i dati definitivi del Viminale, quando sono state scrutinate tutte le 99 sezioni, è stato eletto sindaco Daniele Silvetti, candidato del centrodestra, con il 51,73% (21.279 voti) mentre Ida Simonella, candidata del centrosinistra, si è fermata al 48,27% (19.854 voti).

“La città ha dato una risposta molto forte in termini di discontinuità”, afferma a Skytg24 Silvetti. “È una grande giornata per Ancona”, continua il neoeletto convinto che la sua coalizione abbia “dimostrato di tradurre il cambiamento in questa città. È stata una campagna elettorale molto intensa e difficile, sapevamo che la strada era in salita ma percepivamo il cambiamento”.

BRINDISI

Giuseppe Marchionna, candidato del centrodestra, è il nuovo sindaco di Brindisi. In base ai dati definitivi del Viminale, quando sono state scrutinate tutte le 80 sezioni, ha ottenuto il 53,99% (16.816 voti). Lo sfidante al ballottaggio, Roberto Fusco, sostenuto dal centrosinistra, ha ottenuto il 46,01% (14.328 voti).





“Sono uno scrittore, dovrebbe essere facile per me descrivere le emozioni. Eppure, in questo momento, non trovo le parole giuste per esprimere il profondo senso di gratitudine che provo. Probabilmente perché è sempre difficile parlare (e scrivere) di ciò che ci sta maggiormente a cuore. E Brindisi, per me, è una questione di Amore!”, scrive in un post sui social Marchionna.

“Sin dal primo istante di questa lunghissima campagna elettorale ho avuto ben in mente ciò che sognavo: aiutare la mia città e lavorare ogni giorno per tutti i brindisini – continua – Da oggi inizia un nuovo percorso in cui tutti sono importanti e nessuno va lasciato indietro! Ricostruiremo l’orgoglio di appartenere ad una grande Brindisi: tutti uniti, adesso, per far tornare a volare la nostra città! Grazie Brindisi, è un onore per me essere di nuovo il tuo sindaco!”.

MASSA

A Massa, al turno di ballottaggio per l’elezione del sindaco, secondo i dati del Viminale, il candidato del centrodestra Francesco Persiani è stato confermato sindaco con il 54,36% battendo quello del centrosinistra Enzo Romolo Ricci.

PISA

Il sindaco uscente e candidato di centrodestra Michele Conti è stato rieletto sindaco di Pisa. Terminato lo spoglio nelle 86 sezioni, secondo i dati del Viminale, Conti si conferma alla guida del Comune con il 52,33% dei voti mentre lo sfidante e candidato di centrosinistra e del M5s Paolo Martinelli, eletto consigliere, si è fermato al 47,67%.

SIENA

La candidata del centrodestra Nicoletta Fabio è stata eletta sindaca di Siena. Fabio al ballottaggio, secondo i dati del Viminale, ha ottenuto il 52,16%. La candidata di centrosinistra Anna Ferretti, eletta consigliere, si è fermata al 47,84%. “C’è solo una parola da dire, e non serve neppure urlarla. Grazie Siena. C’è una sola cosa da fare, e non serve neanche dirlo, lavorare. Tutti insieme per Siena. Grazie di cuore”, il commento su Fb della neoeletta.

TERNI

Stefano Bandecchi è il nuovo sindaco di Terni. In base ai dati definitivi del Viminale, quando sono state scrutinate tutte le 129 sezioni, il presidente della Ternana Calcio e coordinatore nazionale di Alternativa Popolare, appoggiato da quattro liste, è stato eletto con il 54,62% (19.748 voti). Orlando Masselli, il candidato del centrodestra, ha ottenuto il 45,38% (16.405 voti).

“Terni mi ha scelto come suo sindaco e io non posso che dire grazie ad ogni cittadino che ha creduto in me votandomi. Abbiamo costruito questo percorso insieme a tanti ternani e, insieme, realizzeremo tutto ciò per cui ci siamo impegnati. Assicuro che ora sarò il sindaco di tutti”, commenta il neo sindaco Bandecchi.

“Sarà un grande onore -spiega- amministrare una città come questa dove potremo fare la differenza, insieme, con impegno e dedizione. Con il nostro programma finalmente Terni avrà un’amministrazione attenta alle esigenze dei cittadini ma, soprattutto, diventerà punto di riferimento per l’Umbria e per tutto il centro Italia. Il dato di astensione registrato è certamente preoccupante, il segno di una politica che negli anni ha sempre più allontanato gli italiani. Questo dato – sottolinea Bandecchi – deve far riflettere, carica me e la mia squadra di una forte responsabilità e mi impone di lavorare con onestà, determinazione e serietà. Solo così faremo tornare interesse e passione negli animi dei cittadini e li riporteremo a un voto attivo e consapevole. Con il mio partito Alternativa Popolare a Terni e in Umbria saremo un esempio di buona politica”.





VICENZA

A Vicenza, in base ai dati del Viminale, quando sono state scrutinate tutte le 111 sezioni, è stato eletto sindaco Giacomo Possamai, candidato del centrosinistra sostenuto dal Pd e da 4 liste civiche, con il 50,54% (23.416 voti). Il sindaco uscente Francesco Rucco, sostenuto dal centrodestra, si è fermato al 49,46% (22.916 voti).

“Ringrazio tutti davvero di cuore per questi mesi straordinari: abbiamo fatto una cosa incredibile, se avete visto i dati in giro per l’Italia, il risultato di oggi è al di là di ogni aspettativa. Siamo partiti mesi fa consapevoli di essere indietro, abbiamo recuperato fino al dato di oggi. Una vittoria incredibile”, afferma Possamai dopo la sua affermazione ai ballottaggi.

“Oggi ci ha dato la fiducia la maggioranza dei vicentini, ma il dato del sindaco uscente è importante: il mio impegno è ad essere veramente il sindaco di tutti i vicentini, consapevole che questa città ha bisogno di mettersi in cammino”, ha continuato. “Rucco (sindaco uscente e sfidante ndr) mi ha chiamato per congratularsi della vittoria – ha sottolineato – Da domattina c’è una città da governare e vuol dire governare chi ci ha votato e anche chi non ci ha votato”.

CATANIA

In base alla seconda proiezione con copertura campione del 30% realizzata da Noto sondaggi per Vr Sicilia (ricerca soggetta ad errore statistico), alle elezioni comunali di Catania è in testa Enrico Trantino, candidato sindaco del centrodestra e di alcune liste civiche, con il 64,3% dei voti, mentre Maurizio Caserta, candidato di centrosinistra, sostenuto anche dal Movimento 5 Stelle e da liste civiche, è al 25,1%.

SIRACUSA

Secondo la II proiezione Noto Sondaggi per Vr Sicilia, con una copertura del 30%, il candidato di centrodestra Ferdinando Messina è in testa, alle elezioni comunali di Siracusa, con il 30%, seguito dal Francesco Italia (appoggiato da liste come Francesco Italia Sindaco, Siracusa Verde, Oltre, Noi per la Città) al 27,1%. (Ricerca soggetta ad errore statistico).

RAGUSA

Si avvia verso una vittoria al primo turno Giuseppe Cassì, sindaco uscente di Ragusa, sostenuto da cinque liste civiche. Secondo la III proiezione realizzata da Noto sondaggi per Videoregione Sicilia, infatti, il primo cittadino uscente nuovamente in corsa ha incassato il 65,5% delle preferenze, lasciando il ‘rivale’ appoggiato dal Pd Riccardo Schininà al 17,7%, Giovanni Cultrera, sostenuto da FdI e FI, al 10 per cento, e l’uomo su cui puntava il M5s 6,8%.

MODICA

In base al primo exit poll delle ore 15 realizzato da Noto sondaggi per Vr Sicilia (ricerca soggetta ad errore statistico), con una copertura del campione dell’80%, alle elezioni comunali di Modica, è in testa Maria Monisteri Caschetto, candidato sindaco del centrodestra e di alcune liste civiche, con una forchetta tra il 56 e il 60%, mentre Maurizio Caserta, candidato di centrosinistra, sostenuto anche dal Movimento 5 Stelle e da liste civiche, è tra il 27,5 e il 31,5%.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©
  1. COMUNALI, BIONDI: “CENTRODESTRA UNITO VINCE”
    L'AQUILA - "Questo turno di amministrative certifica una tendenza inequivocabile: la coalizione di centrodestra unita convince e riscuote pieno consen...






Pubblicità Elettorale

Pubblicità Elettorale

Pubblicità Elettorale

Pubblicità Elettorale

Pubblicità Elettorale

Pubblicità Elettorale

Pubblicità Elettorale

Pubblicità Elettorale





Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI:


    Abruzzo Web