COMUNE L’AQUILA: 50MILA EURO PER SHARPER, LA NOTTE DEI RICERCATORI

12 Agosto 2022 15:15

L'Aquila - Cronaca

L’AQUILA- La Giunta comunale dell’Aquila ha approvato, con uno stanziamento di 50mila euro, il proprio sostegno alla Notte dei Ricercatori, la manifestazione dedicata alla cultura scientifica che la Commissione europea propone dal 2005 e che anche quest’anno vedrà L’Aquila protagonista con eventi, convegni, iniziative, incontri tra ricercatori e cittadini, esperimenti e dimostrazioni scientifiche dal vivo.

Oltre a mostre e visite guidate, conferenze e seminari divulgativi, spettacoli e concerti, con uno sguardo sempre più ampio sulla scienza. Per il 2022, in continuità con le passate edizioni, la Notte dei Ricercatori raccoglierà le proposte di due istituzioni fondamentali per il territorio: i Laboratori Nazionali del Gran Sasso saranno presenti, infatti, con Sharper dal 27 al 30 settembre tra Piazza Duomo e la Villa Comunale, mentre l’Università degli Studi dell’Aquila curerà Univaq Street Science dal 24 settembre al 1° ottobre nei luoghi significativi del centro storico nell’area che comprende il Parco del Castello, l’Auditorium del Parco, Piazza Chiarino, oltre al Dipartimento DSU e il Ridotto del Teatro Comunale.

“Gli eventi della Notte dei Ricercatori – commenta il sindaco Pierluigi Biondi -, hanno la straordinaria capacità di avvicinare chiunque al mondo delle scienze, percepite a volte troppo lontane dalla quotidianità. Al contrario, questi eventi riescono a coinvolgere generazioni diverse, rendendo la ricerca accessibile e comprensibile a tutti e rafforzando le reti di ricerca e formazione presenti sul territorio”. “Entrambe le manifestazioni convogliate nella Notte dei Ricercatori – continua il primo cittadino – sono cofinanziate con fondi Restart per un totale di 50 mila euro. Ci inorgoglisce la crescita dell’offerta culturale che L’Aquila propone a livelli sempre più alti ai propri cittadini e ai tanti turisti che affollano il nostro centro storico e il nostro territorio circostante”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: