CAPOGRUPPO FDI, DOPO NOMINA VICE SINDACO NON CONDIVISA; ''SUBITO VERIFICA, SINDACO INDICHI STRATEGIa, POI SI SCELGANO DONNE E UOMINI'' BIONDI CONVOCA CONFERENZA STAMPA PER ''COMUNICAZIONI URGENTI''

COMUNE L’AQUILA, CRISI MAGGIORANZA, DE MATTEIS ATTACCA BIONDI: ”CI RISPETTI!”

14 Marzo 2019 15:36

L'AQUILA  – “Biondi convochi con la massima urgenza la maggioranza grazie alla quale riesce a fare il Sindaco e, nel rispetto di quanto attendono gli Aquilani, renda note le linee strategiche della sua azione e come intende attuarle; dopo si potrà parlare di donne e uomini cui affidare incarichi, compiti e obiettivi”. 

E’ l’ultimatum, l’ennesimo, formulato al sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, Fdi, in una nota dal capogruppo meloniano in consiglio comunale dell’Aquila, Giorgio De Matteis, in riferimento alla crisi in seno alla maggioranza. 

La spaccatura Biondi si è aperta ufficialmente ieri con la diserzione della seduta dell’assemblea da parte del centrodestra in aperto dissenso con la decisione del primo cittadino, assente, di nominare senza concordare la scelta, il consigliere comunale dell’Udc Raffaele Daniele, nel ruolo di vice sindaco. 

oggi pomeriggio Biondi ha convocato una conferenza stampa per “comunicazioni urgenti”,  e c'è chi arriva ad ipotizzare la minaccia di dimissioni per ricompattare una maggiorna sempre più lacerata. 

Nei confronti del sindaco che deve rimpiazzare altre quattro pedine nell’esecutivo e che da tempo non dà seguito a inviti degli alleati ad azzerare la Giunta e ad operare un rimpasto di uomini e deleghe, De Matteis, ex vice presidente del Consiglio regionale, non risparmia passaggi critici: “la maggioranza ha sempre dimostrato responsabilità ed è pronta, da tempo, al confronto: adesso anche altri devono assumersi quelle responsabilità che derivano dal ruolo importantissimo che ricoprono. Arroccarsi nel ‘fortino’ di Palazzo Fibbioni non porta ad alcun risultato; bisogna uscire e interloquire con quelle forze che i cittadini hanno designato a rappresentarli – spiega ancora -. Le esigenze dell’Aquila e del suo territorio vengono prima degli steccati politici, delle appartenenze politiche, delle spartizioni politiche”. 

De Matteis sottolinea che “il gruppo consiliare che mi onoro di presiedere, ribadendo quanto già affermato da tempo, insiste nella richiesta di una verifica dell’azione amministrativa. Ora, con la situazione che si è creata, tale verifica deve essere urgentissima e non potrà essere rimandata. Condivido pienamente, pertanto, quando chiesto pubblicamente dall’onorevole Luigi D’Eramo (Lega) proprio in ordine a tale verifica”. 




“Per governare una città come la nostra, che porta ancora le sanguinose ferite del terremoto e una serie di gravissimi problemi quali la mancanza di lavoro e le forti difficoltà degli operatori economici, ci vuole un governo serio e adeguato – continua De Matteis -. I problemi dell’Aquila, che sono sotto gli occhi di tutti, vanno affrontati e non nascosti sotto il tappeto. La maggioranza che sostiene il Sindaco Pierluigi Biondi, la città che lo ha votato come Primo Cittadino e i membri del Consiglio comunale meritano pieno rispetto. I gruppi consiliari che sostengono il governo civico, in particolare, si sono assunti tutti le responsabilità politiche che la situazione impone. Purtroppo, non si vede analogo rispetto nei confronti della maggioranza, del Consiglio, della città – spiega ancora -. Le scelte strategiche per una ricostruzione post sisma più rapida ed efficace, per fornire risposte all’occupazione, per contribuire al rilancio e alla competitività delle attività produttive devono essere messe nero su bianco e non possono attendere. Il tempo dell’anatra zoppa e delle elezioni regionali è passato; qualsiasi motivazione a supporto del ritardo nell’affrontare tali delicate tematiche non potrebbe che essere etichettata come un pessimo alibi”. 

Per De Matteis, “i problemi non si risolvono con la nomina di uno o un altro assessore, ma con la piena consapevolezza e la chiarezza delle idee sulle sfide da affrontare – conclude l’esponente di Fdi.

 

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: