FOCUS SU DATI OPENPOLIS: RECORD IN VAL D'AOSTA E PIEMONTE, DENSITA' BASSA MA EFFICIENZA ISTITUZIONI NON COMPROMESSA IN LAZIO, EMILIA ROMAGNA. IN REGIONE INCIDE ALTISSIMO NUMERO PICCOLI COMUNI

COMUNI D’ABRUZZO: 4.429 TRA ASSESSORI E CONSIGLIERI, TROPPI RISPETTO NUMERO ABITANTI

di Filippo Tronca

26 Ottobre 2020 07:51

L’AQUILA – In Abruzzo gli assessori e consiglieri comunali nei 305 comuni sono pari a 4.429.

Un consigliere ogni 396 abitanti e un assessore ogni 1.156. Un numero relativamente alto, superiore alla media.

Seppure lontano dalla Val D’Aosta, dove i rappresentati del popolo superano forse per densità quelli di stambecchi e camosci: 1.243, ovvero che un consigliere ogni 142 e un assessore ogni 352 abitanti.

I dati sono estrapolati dai tabulati elaborati dall’associazione Openpolis. Un confronto utile nelle ore in cui il Comitato Ue delle Regioni, ha avvisato che l’aumento dei costi per far fronte alla crisi del Covid-19 e, allo stesso tempo, il calo delle entrate hanno “rapidamente minato l’equilibrio di bilancio degli enti locali e regionali” europei, soprattutto in Italia e Spagna.

Torna dunque d’attualità il tema dei costi della politica, in questo caso  per il funzionamento e consistenza degli organi istituzionali, ovvero le spese per pagare consiglieri e assessori, e ancora le spese relative all’ufficio del capo dell’esecutivo (ufficio del sindaco), il personale consulente, amministrativo e politico assegnato agli uffici del capo dell’esecutivo e del corpo legislativo, oltre alle attrezzature materiali di cui questi uffici si dotano.  le spese per le commissioni e i comitati permanenti, per lo sviluppo dell’ente in un’ottica di governance e partenariato, per la comunicazione istituzionale (in particolare in relazione ai rapporti con gli organi di informazione), per le manifestazioni istituzionali – in merito al cerimoniale – e per le attività del difensore civico.

In Italia assessori e consiglieri sono 125.362, uno ogni 481 abitanti, di cui 33. 99 nelle giunte e 91.963 nei consigli comunali. Il dato interessante, e su cui riflettere è che il loro numero varia da regione a regione e senza che ciò sia legato a maggiori migliori performance.

C’è dunque qualcosa che non torna se per gestire la cosa pubblica in determinati territori occorrono il numero doppio o triplo di amministratori, rispetto ad altri territorio che hanno più o meno le stesse caratteristiche e servizi.




Per quanto riguarda il numero dei consiglieri: in termini di “densità” a primeggiare è come detto i comuni della Val d’Aosta, 142 per cittadino, a seguire il Molise, 234, il Trentino-Alto Adige, 256, Piemonte, 356, la Sardegna, 365, la Basilicata, 388 e appunto l’Abruzzo, un consigliere ogni 396 abitante.

Va detto che buona parte di questi consiglieri, nei piccoli comuni fanno sostanzialmente volontariato, prestando servizio in cambio di gettoni di presenza che coprono a mala pena le spese.

Il punto è però, come rileva anche Openpolis, il loro numero per abitante, se eccessivo rispetto la media nazionale è un segnale di malfunzionamento, e anche di spreco economico perché ad esempio significa che ci sono troppi piccolissimi comuni che sarebbe opportuno fondere in entità di area vasta, senz’Altro più performative e meno onerose.

La densità di consiglieri è infatti molto inferiore rispetto alla media e anche rispetto l’Abruzzo nel Lazio, un consigliere ogni 1.372 abitanti, in Puglia 1.210, in Toscana, 1.030, in Emilia-Romagna e 1.022 e a sfatare i pregiudizi, in Sicilia, “solo” un consigliere ogni 1.002 abitanti.

Per quanto riguarda il numero degli assessori:  anche qui primeggia la Val d’Aosta, un componente di giunta ogni 352 aitanti, seguito da Molise, 715, da Trentino Alto Adige, 802, Piemonte, 1.053, Friuli Venezia giulia, 1.089 Basilicata 1.109, e a seguire l’Abruzzo, con un assessore ogni 396 abitanti.

Hanno un numero minimo di assessori per abitanti anche qui il Lazio,  uno ogni  3.811,  Puglia  3.184 e Toscana, 2.793.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: