CONSIGLIO REGIONALE: PENDOLARISMO, DIPENDENZE PATOLOGICHE, FONDI ATTIVITA’ SISMA, I PROVVEDIMENTI

17 Novembre 2020 22:41

L’AQUILA – Il Consiglio regionale, riunito nel pomeriggio, ha approvato alla unanimità un provvedimento per il sostegno al pendolarismo studentesco nei comuni al di sotto dei 5mila abitanti. La norma prevede uno sconto del 10 per cento sugli abbonamenti mensili ed annuali degli studenti pendolari dagli 11 ai 26 anni. Rispetto alla precedente normativa è stata ampliata la platea dei comuni da 2mila a 5mila abitanti. In tal senso, l’emendamento è stato presentato da Pd, Abruzzo in Comune e Gruppo Misto.

Il primo firmatario della legge, il consigliere regionale salviniani Luca De Renzis sottolinea che “è stata sanata una ingiustizia sociale perché in precedenza le agevolazioni venivano previste in molti meno comuni, a volte a un chilometro di stanza, uno era dietro l’altro fuori. Siamo andati incontro ad esigenze molto sentite, inoltre questa norma per la Lega ha un valore simbolico perché salvaguarda gli interessi di comuni più piccoli che per noi sono al primo posto”.

“Con l’emendamento sottoscritto da tutti i consiglieri del centrosinistra e votato all’unanimità dall’aula, questo beneficio sarà più esteso – spiegano i consiglieri del Pd Silvio Paolucci, Antonio Blasioli, Dino Pepe e Pierpaolo Pietrucci, Sandro Mariani (Abruzzo in Comune) e Marianna Scoccia (Gruppo Misto) – Questo significa che rientreranno nell’applicazione anche i Comuni di Nocciano, Picciano, Cugnoli, Cappelle sul Tavo , Catignano, Torre dei Passeri, Rosciano, Alanno, Moscufo, Santa Maria Imbaro, Pollutri, Villamagna, Rocca San Giovanni, Controguerra, Sant’Eusanio del Sangro, Mozzagrogna, Crecchio, Torino di Sangro, Casalincontrada, Altino, Morro d’Oro, Colonnella, Orsogna, Tollo, Ripa Teatina, Paglieta, Torrevecchia Teatina, Castel Frentano e Miglianico. Abbiamo espresso anche l’auspicio che nel 2021 si possa estendere anche la platea, perché con questa modifica resterebbero fuori solo una trentina di Comuni, tra cui i capoluoghi di Provincia e ci sono casi di studenti che da questi centri si spostano verso le scuole di Alanno o Villa Santa Maria ed è giusto che in quanto studenti abbiano un uguale trattamento – spiegano ancora i consiglieri – Un risultato di squadra, a tal proposito vogliamo ringraziare i Giovani Democratici abruzzesi, da tempo sensibili alle iniziative a favore della popolazione studentensca. Il provvedimento aveva avuto già il via libera deciso della Commissione Trasporti ed è stato supportato anche dal consigliere di maggioranza Luca De Renzis proponente della legge, che voglio ringraziare, perché questo risultato è un buon esempio di lavoro condiviso, soprattutto in questo caso in cui il dialogo positivo fra maggioranza e opposizione, va a vantaggio della fascia alla quale la politica deve dare maggiore attenzione, i nostri giovani – concludono.

Approvato il progetto di legge su modifiche alla legge regionale 30 agosto 2017, n. 49 relative alle norme per il sostegno alle piccole imprese operanti nei territori della Regione interessati dagli eventi sismici del 2016 e 2017. Il provvedimento rifinanzia la legge con un fondo di 225mila euro.

“Su mia richiesta, prontamente accolta dal Gruppo consiliare di Fratelli d’Italia e sottoscritta con ampio consenso, la legge è stata rifinanziata anche per il 2020 – spiega in una nota l’assessore regionale al Bilancio e alle Aree interne Guido Liris (FdI) -l’emendamento vale 225 mila euro. Fondi destinati alla ripartenza di tutte quelle attività, piccole e medie, che con enorme sforzo credono ancora in un futuro qui, in Abruzzo, anche in zone così colpite dalla calamità. È un segnale importante di vicinanza concreto a popolazioni che ancora oggi vivono situazioni di estrema difficoltà a causa di una ricostruzione lenta e complessa. In Abruzzo sono coinvolti il Teramano e l’Aquilano con l’Alta Valle dell’Aterno. Si tratta dell’ennesimo segnale tangibile della strategia regionale: da un lato accelerare più possibile la ricostruzione, dall’altro sostenere lo sviluppo e la ripresa economica e sociale. Una sfida ardua, ma che riusciremo a vincere con dedizione e coraggio”, conclude l’ex vice sindaco dell’Aquila.

Il Consiglio ha poi unificato le norme in materia di “Interventi per la prevenzione e il trattamento delle dipendenze patologiche”: si tratta in particolare della unificazione di due progetti di legge su tematiche che ancora sono considerate vere e proprie piaghe.




Secondo il consigliere regionale di FdI Guerino Testa, “in Abruzzo di registra una crescita esponenziali di questa patologia. Per la prima volta in Abruzzo e, probabilmente, per la prima volta in Italia – spiega ancora l’ex presidente della provincia di Pescara -, è stato approvato un testo unico, dedicato che riguarda tutte le patologie, quali alcolismo, droghe e gioco d’azzardo. La norma prevede giornate di sensibilizzazione, campagne di informazione e anche iniziative tese ad incentivare attrezzature che possono portare a patologie”.

L’assemblea regionale ha anche approvato i provvedimenti su “Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 28 agosto 1976, n. 43 (Opere a contributo regionale, nuove procedure in materia di viabilità, acquedotti, lavori pubblici di interesse regionale)”; “Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 30 maggio 1974, n. 17 (Norme per l’esercizio delle funzioni delegate alla Regione con Decreto del Presidente della Repubblica 15 gennaio 1972, n. 8, in materia di interventi di pronto soccorso in dipendenza di calamità naturali)”; e il provvedimento amministrativo riguardante la “Proposta al consiglio regionale di approvazione del Piano regionale integrato in favore della famiglia per l’anno 2020”.

I LAVORI

Nel corso della sessione mattutina del Consiglio regionale, presieduto da Lorenzo Sospiri, sono stati esaminati i seguenti documenti politici: interpellanza a firma del consigliere Antonio Blasioli (Pd) sul “concorso straordinario farmacie – procedure per interpello; interpellanza a firma del consigliere Silvio Paolucci (Pd) sulla “situazione di diffusione covid-19 nella provincia dell’Aquila segnatamente al territorio marsicano – decessi di pazienti in attesa fuori dal pronto soccorso dell’ospedale di Avezzano”; interpellanza a firma del consigliere Domenico Pettinari (M5S) su “avviso per contributi a fondo perduto a favore dei settore turismo, commercio al dettaglio ed altri servizi”; interpellanza a firma del consigliere Francesco Taglieri (M5S) sulla “Richiesta di informazioni sulle procedure adottate in Regione per dare pieno sostegno all’attività di contact tracing attraverso l’applicazione “Immuni”;

Interpellanza a firma dei consiglieri Dino Pepe (Pd) e Silvio Paolucci sui “ritardi nell’erogazione fondi previsti dall’articolo 12 (Norme per il sostegno alle imprese titolari di concessioni demaniali marittime interessate dagli eccezionali eventi meteo marini verificatisi nel mese di novembre 2019) della L.R. 3 giugno 2020, n. 10 recante: Disposizioni urgenti a favore dei settori turismo, commercio al dettaglio ed altri servizi per contrastare gli effetti della grave crisi economica derivante dall’emergenza epidemiologica da covid-19”; interpellanza a firma del consigliere Giorgio Fedele (M5S) sulla “Situazione U.O.C. Medicina Interna – P.O. di Avezzano”.

È stato inoltre approvato all’unanimità il progetto di legge recante “Aree di confine: proposte e progetti condivisi per lo sviluppo e l’integrazione territoriale” avente per oggetto la promozione della cooperazione interregionale da considerarsi come elemento fondamentale per sostenere e favorire l’integrazione territoriale tra le Aree di confine, concernenti i territori ricompresi tra la Regione Abruzzo e le Regioni Marche, Lazio e Molise.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: