CONSORZIO SGS: SPIAGGE ACCESSIBILI A DISABILI IN PROVINCIA DI CHIETI

29 Luglio 2020 09:56

SAN SALVO – I mesi difficili e complicati legati all'emergenza Covid-19, sembrano lontani e se non fosse per le mascherine, per le attente e continue sanificazioni sembrerebbero addirittura solo un ricordo spiacevole tanto è l'energia e la vitalità che si respirano negli angoli di spiaggia riservati ai diversamente abili. 

Un progetto che il Consorzio Sgs, in linea con la sua qualificata e ampia gamma di servizi, sta portando avanti in collaborazione con alcune amministrazioni comunali.

E anche in questa particolare estate post Covid i commenti positivi dei familiari e degli ospiti non si fanno attendere. 

A Fossacesia Marina la prima inaugurazione a luglio 2017 “una spiaggia per tutti” si legge nel cartello che indica la peculiarità di quel tratto e qui insieme agli ospiti con problemi l'anno scorso c'erano anche giovani e bambini in un clima di condivisione e allegria. Ora i bimbi non ci sono ma i sorrisi si. 

“Veniamo da Roma – ci dicono una vivace signora con cappello e un signore dall'aria sorniona, non sono parenti arrivano solo dalla stessa città – e da alcuni anni siamo ospiti fissi e affezionati di questo luogo. Le operatrici sono gentili e preparate e il posto è davvero bello”. 

A coordinare questo spazio c'è l'infaticabile Rita Frutti, operatrice del Consorzio, che organizza, inventa momenti di svago e controlla che tutto proceda bene. Per il sindaco Enrico Di Giuseppantonio si tratta di una iniziativa importante che ha subito sostenuto “una spiaggia che non esclude nessuno e questo è un grande risultato”.




Convinta dell'efficacia di questo progetto è anche l'assessore alle politiche sociali del Comune di Vasto Lina Marchesani che da sempre riserva una speciale attenzione ai più deboli e vulnerabili e si dice orgogliosa per questo luogo che offre l'opportunità a chi difficilmente avrebbe potuto trascorrere una giornata al mare. 

E al “Lido Insieme” l'atmosfera è rilassata e divertita e qualcuno sceglie anche di fare un bagno ristoratore utilizzando una delle job a disposizione. “qui si svolgono attività ricreative, si può fare il bagno, tutto in assoluta sicurezza rispettando le norme imposte dal Covid”, spiega la coordinatrice Luisa Palucci e a guardare la visibile soddisfazione degli ospiti si comprende come questo spazio risponda davvero ai bisogni di chi vive situazioni di difficoltà. Ultimo appuntamento è a San Salvo, “una spiaggia senza barriere”, si chiama così il pezzo di litorale che anche quest'anno è stato scelto da chi aveva dimenticato il piacere di sentirsi accarezzare dal sole e dalla brezza, di refrigerasi nell'acqua del mare. 

“Vengo in famiglia, accompagno soprattutto mio padre che ha problemi motori – dice la signora Elvira di Tivoli – veniamo già da qualche anno e abbiamo imparato a conoscerci, stiamo bene insieme con le operatrici, professioniste straordinarie per preparazione e umanità e con gli altri ospiti tanto che ci sentiamo anche durante l'anno abbiamo un gruppo whatsapp e ci teniamo in contatto. Come una famiglia allargata”, conclude con un largo sorriso. Parole che testimoniano il lavoro delle operatrici del Consorzio Marisa Muccilli e Martina Cinalli , visibilmente emozionate e che poco hanno da aggiungere. In fondo quello che conta è la soddisfazione sincera degli ospiti e dei famigliari.

Tiziana Magnacca sindaco di San Salvo ha ribadito la validità di questo percorso di inclusione ed è tornata a sottolineare come l'amministrazione comunale abbia a cuore tutti i cittadini, nessuno escluso. 

“I mesi di lockdown sono stati pesanti per tutti, ancora di più per chi vive una disabilità e per le loro famiglie che hanno dovuto gestire situazioni non facili. E ora poter usufruire come gli scorsi anni di angoli di spiaggia attrezzata è per tutti davvero un regalo che non speravano di ricevere – sottolinea Maria Di Camillo, responsabile dell'area sociale del Consorzio – si tratta di un progetto che fin dall'inizio ha riscosso larghi e meritati consensi. Chi vive una condizione di difficoltà è costretto ogni giorno ad affrontare una serie di problemi e di ostacoli, dalle barriere architettoniche alla scarsa sensibilità e poter godere addirittura di in una spiaggia accessibile, comoda, confortevole e soprattutto sicura non è cosa da poco. I loro apprezzamenti, la gioia e il grazie dei famigliari sono per noi il risultato più importante, vuol dire che abbiamo fatto la scelta giusta”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: