• Abruzzoweb sponsor

CANCELLAZIONE PROROGA DURC IN DL RILANCIO: SINDACATI, 'COSI' SI FAVORISCE ILLEGALITA' E NERO'

Pubblicazione: 04 luglio 2020 alle ore 17:18

L'AQUILA - I sindacati dell’edilizia Fillea Cgi, Filca Cisl e Feneal Uil della Provincia di L’Aquila condannano fermamente il voto di ieri in Commissione Bilancio alla Camera che ha cancellato l’articolo del Decreto Rilancio che prevedeva la proroga dei Durc validi al 31 gennaio fino al 15 giugno.

Il Durc è il documento che attesta la regolarità contributiva e di versamenti all’Inps, all’Inail e alle Casse Edili da parte delle imprese e rappresenta il principale strumento di contrasto alle irregolarità, al lavoro nero, alle illegalità e, aspetto non secondario, ai tentativi di insinuazione delle mafie e della criminalità nel settore delle costruzioni, con riferimento essenzialmente agli appalti pubblici.

Così facendo, un’azienda, fino a fine anno, non richiederebbe nuovi Durc e potrebbe addirittura partecipare a gare pubbliche e beneficiare degli incentivi avendo lavoratori non assunti e non in regola nei cantieri. Il paradosso è che risulterebbe regolare perché ha cristallizzato la propria posizione mesi fa e non necessita di richiedere nuovi Documenti di Regolarità Contributiva. Ecco, l’ennesima disattenzione della politica sui temi del lavoro e dei lavoratori.

Invece di intraprendere un ragionamento serio per il ripristino del DURC Congruità oppure per un rafforzamento dei servizi ispettivi (argomento del tutto assente nei provvedimenti del Governo), anche gli esponenti politici locali, trattandosi di una provincia, quella di L’Aquila, in cui insiste ancora il più grande cantiere diffuso d’Italia, non mostrano quell’inversione di rotta, innanzitutto culturale, che il sindacato ancora auspica dopo il Covid.

Prevale il silenzio su certi temi oppure, quando ci sono dichiarazioni pubbliche, queste sono spesso sbilanciate dalla parte delle imprese, mai dalla parte dei più deboli, ossia i lavoratori. Complimenti! Se a ciò aggiungiamo la forte preoccupazione per alcune proposte contenute nelle bozze del Decreto Semplificazioni in discussione in queste ore, con riferimento al Codice degli Appalti, che depotenzierebbero gli strumenti di tutela, di controllo e di garanzia dei diritti del lavoro e dell’ambiente, “sburocratizzando” gli strumenti di trasparenza e di prevenzione contro le possibili penetrazioni di meccanismi corruttivi e mafiosi, avremo tanta carne al fuoco per una mobilitazione dell’intero settore in ogni territorio della nostra Penisola.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2020 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui