• Abruzzoweb sponsor

CORONAVIRUS: RISCHIO CONTAGIO, ANNULLATA PER PRIMA VOLTA NELLA STORIA PROCESSIONE VENERDI' SANTO CHIETI

Pubblicazione: 28 marzo 2020 alle ore 09:24

CHIETI - Segno dei tempi bui del coronavirus: a Chieti sarà annullata la storica e suggestiva processione del Venerdì Santo. Ad annunciare lo stop al corteo che raduna ogni anno fino a trentamila persone è stato l’arcivescovo Bruno Forte con una comunicazione all’Arciconfraternita del Sacro Monte dei Morti.

Il 10 aprile prossimo non ci sarà il corteo scandito dalle note struggenti del Miserere di Selecchy. E’ la prima volta che accade, per l’evento più antico d'Italia, la cui prima data certa risale al 1650.

Un rito che non si è interrotto nemmeno nella primavera del 1944, durante la seconda guerra mondiale.

Il sindaco Umberto di Primio ha scritto a monsignor  Forte, e ha chiesto di valutare, nel pomeriggio del Venerdì Santo, "un momento di preghiera dello stesso padre Bruno nella cattedrale davanti ai Simboli della processione. Preghiera diffusa attraverso la televisione e accompagnata dalle note del Miserere, un modo per coinvolgere chi è a casa e far sentire tutti ancora una volta partecipi”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2020 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui