• Abruzzoweb sponsor

SPOLTORE: LEGA, 'NIGERIANO FERMATO E POI RILASCIATO, CHIESTO TSO'

Pubblicazione: 07 luglio 2020 alle ore 13:22

SPOLTORE - "Un cittadino nigeriano ha prima creato problemi a una ragazza e poi ha colpito gli arredi esterni di una cartoleria. Questo è quanto avvenuto negli ultimi giorni nel tranquillo comune di Santa Teresa di Spoltore, in provincia di Pescara".

Lo dichiara in una nota il capogruppo della Lega Abruzzo in consiglio comunale Antonella Paris che scrive "la querelle del cittadino nigeriano si sta perdendo nei meandri della burocrazia: è stato rilasciato dalle forze dell'ordine dopo poche ore dal fermo nonostante il disagio che arreca alla collettività, l'uomo vive in un parco dove le mamme sono solite portare a giocare i loro bambini. Il caso è noto al comandante della Polizia municipale che ci ha informati sui gravi problemi di instabilità di cui il nigeriano è affetto, tanto da indurre il primo cittadino a richiedere il trattamento sanitario obbligatorio,purtroppo non ancora avvenuto per lungaggini burocratiche - prosegue la Paris - con il mio collega,il consigliere PierPaolo Pace, chiediamo al sindaco di intervenire per accelerare il TSO al fine di restituire la giusta serenità ai cittadini e le terapie necessarie al cittadino nigeriano", conclude la leghista.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2020 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui