• Abruzzoweb sponsor

TURISMO. ENIT, ''PIU' 40 PER CENTO ITALIANI NON ANDRANNO IN VACANZA ALL'ESTERO''

Pubblicazione: 22 maggio 2020 alle ore 16:38

Un turista consulta il pannello al Forte spagnolo

ROMA - Il turismo italiano potrebbe recuperare una parte delle perdite grazie a quel 40% dei viaggiatori italiani che di solito preferisce fare viaggi all'estero ma quest'anno resterà in patria.

Emerge dal bollettino realizzato dall'Enit - Agenzia nazionale del turismo con il Mibact che però sottolinea anche come la ripresa dell'industria turistica italiana sia più vulnerabile di quella per la Francia e l'Europa occidentale perché dipende maggiormente dai visitatori internazionali. In particolare l'Italia pur avendo il maggior numero di prenotazioni in corso per l'estate, realizza il calo più profondo pari a -81,4%, rispetto al -80,1% della Francia e al -77,5% della Spagna.

D'altronde il turismo italiano ha sempre registrato presenze massicce di turisti stranieri e quindi risente di più della diminuzione del turismo internazionale. L'Italia con il 40% di viaggiatori di solito "esterofili" ha comunque un potenziale maggiore nella sostituzione dei viaggi domestici ai viaggi outgoing rispetto alla Spagna (28% in uscita) e alla Francia (25%).



© RIPRODUZIONE RISERVATA


ALTRE NOTIZIE

 CONTATTA LA REDAZIONE 2003- 2020 Enfasi srl
INFORMAZIONI COMMERCIALI .
Enfasi srl - Quotidiano digitale registrato presso il Tribunale dell'Aquila con decreto n°501 del 2 settembre 2003
Iscrizione al ROC n. 26362 - P.IVA 01812420667
Direttore responsabile Berardo Santilli

La redazione può essere contattata al


Politica d'uso dei Cookies su AbruzzoWeb

Alcune foto potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione potranno segnalarcelo contattando la redazione.
Powered by Digital Communication  -  Developed by MA-NO
 
X

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito.
Per avere più informazioni o modificare le impostazioni sui cookie clicca qui