CONTROLLI NAS SU AMBULANZE: “OLTRE 10 PER CENTO NON IDONEE”. UGL: “GARANTIRE SICUREZZA”

10 Giugno 2021 15:29

Italia: Sanità

ROMA – “Oltre il 10% di ambulanze utilizzate per i servizi di emergenza-urgenza sanitaria e per il trasporto degli infermi, su un totale di 1.297, è risultato al di sotto degli standard di sicurezza e igiene richiesti. Per l’ennesima volta un controllo dei Nas in ambito sanitario porta alla luce gravi carenze”.

A denunciarlo è il segretario nazionale della Ugl Salute, Gianluca Giuliano: “Sono state erogate sanzioni amministrative e penali – prosegue il sindacalista – in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro. A rischio così è non solo l’incolumità dei pazienti che vengono trasportati ma anche quella degli operatori sanitari impiegati su queste vetture. I Nas hanno riscontrato la mancanza delle idonee procedure di pulizia e sanificazione dei mezzi sanitari, la presenza di parti arrugginite e incrostate. In casi addirittura più gravi alcuni mezzi sono risultati privi di autorizzazioni e requisiti per svolgere adeguatamente il trasporto di malati”.

“Chi lavora sulle ambulanze ha l’assoluto diritto a svolgere la propria opera nel massimo rispetto dei criteri di sicurezza. È un principio – conclude Giuliano – non solo giuridico ma anche di dignità. Così come chiediamo che su questi mezzi essenziali nella catena della medicina d’emergenza operino professionisti formati a cui siano riconosciute le adeguate garanzie retributive e contrattuali, degne del delicato ruolo che svolgono”.

 

Commenti da Facebook
RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: