CORONAVIRUS: STRADA PARCHI, NO PEDAGGIO A24-A25 PERSONALE SANITARIO, ALFONSI, ”ANCHE FORZE ORDINE!”

27 Marzo 2020 16:56

PESCARA – L’amministratore delegato di Strada dei Parchi, Cesare Ramadori, ha accolto la richiesta del presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, per andare incontro ai disagi che tanti sanitari pendolari in queste settimane sono costretti ad affrontare a causa del taglio dei trasporti pubblici.

Marsilio aveva chiesto alla società che gestisce le autostrade A24 e A25 di esentare dal pagamento del pedaggio questi pendolari.  In merito alla notizia dell'esenzione dei pedaggi autostradali concessa dal concessionario Autostrade dei Parchi ai pendolari del settore sanitario  il consigliere provinciale dell'Aquila, Gianluca Alfonsi ha però protestato, chiedendo che l'estensione sia garatita alle forze dell'ordine. 

 

La risposta di Strada dei Parchi alla richiesta di Marsilio non si è fatta attendere e ha accolto la richiesta rendendosi disponibile “ad intervenire con l’esenzione del pagamento del pedaggio autostradale per quanto concerne il personale sanitario impegnato per fronteggiare l’emergenza”.

La Regione Abruzzo sta facendo predisporre ai suoi uffici una autocertificazione che i sanitari che utilizzano dette autostrade dovranno sottoscrivere indicando le generalità, luogo di partenza e sede di lavoro, tipo e targa del veicolo utilizzato, al fine di predisporre l’elenco da consegnare a Strada dei Parchi. Tale modello sarà possibile scaricarlo da lunedì prossimo sul sito internet della Regione Abruzzo e reinviarlo debitamente compilato seguendo le istruzioni. Per i possessori di telepass la procedura sarà attiva dopo la trasmissione del modulo a Strada dei Parchi mentre per chi fosse sprovvisto di telepass Strada dei Parchi provvederà all’invio di una tessera prepagata dopo aver validato l’autocertificazione.

“Voglio ringraziare Strada dei Parchi – ha detto il presidente Marsilio – che in un periodo difficile, che ha causato anche a loro, a causa delle limitazioni agli spostamenti, un forte decremento degli incassi a parità di servizi offerti per la sicurezza e la manutenzione della rete viaria, ha voluto dare questo segno tangibile di collaborazione e sostegno ai diversi sanitari ogni giorno impegnati in prima linea per la salute di tutti gli abruzzesi”.

Per Alfonsi però si dice “perplesso nel non veder inclusa la categoria delle forze dell'ordine. Ricordo che gli appartenenti alle forze di polizia, sono sul fronte di questa guerra rischiando ogni giorno per garantire il rispetto delle regole e quindi la sicurezza di tutti. Si recano ogni giorno al lavoro con mezzi propri visto il taglio ai mezzi di collegamento e non vedo perché non debbano essere attenzionati con eguale esenzione. Chiedo, pertanto, al Presidente Marsilio di attivarsi presso il concessionario in tal senso perché i pendolari delle Forze dell'ordine non sono figli di un dio minore!”

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: