CORONAVIRUS: TAMPONE A BIMBA DI 4 ANNI, PEDIATRA MINACCIATA DI MORTE

9 Ottobre 2020 10:24

ROSETO – Una bimba di 4 anni ha sintomi riconducibili al Covid così la pediatra richiede un tampone, la madre firma il consenso ma il padre chiama allo studio: “Adesso vengo, prima la trito come il sale fino e poi l’ammazzo”.

E’ successo a Roseto e a raccontare la vicenda al Messaggero è la pediatra Giannina Candelori: “La bimba – dice la pediatra – ieri mattina aveva febbre a 37.5, tosse e rinorrea. Avvisaglie che fanno scattare il protocollo Covid-19”.




Il medico dice alla madre che la figlia per legge deve essere sottoposta a tampone e la donna firma il consenso ma, “dal momento che i genitori sono separati – continua la Candelori – attendevo anche di avere il permesso del padre”.

“Risponde a telefono E inizia subito ad offendermi e minacciami fino a dirmi che mi avrebbe ammazzato. A quel punto ho chiamato i carabinieri di Roseto per informali dell’accaduto ed ho fornito le generalità del padre. Al momento l’ho fatto solo scopo cautelativo. Non escludo, però, che nei prossimi giorni di presentare denuncia”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©



ARTICOLI PER APPROFONDIRE:


    Ti potrebbe interessare:

    Gli articoli più letti in queste ore:

    Do NOT follow this link or you will be banned from the site!