COVID: A CHIETI PROROGATA CHIUSURA SCUOLE, SINDACO FIRMA ORDINANZA

23 Febbraio 2021 19:00

CHIETI – Il sindaco di Chieti Diego Ferrara ha firmato oggi un’ordinanza che dispone, fino al prossimo 7 marzo, maggiori restrizioni in città a causa dell’aumentare dei contagi registrati in questi giorni.

In particolare sarà prorogata di una settimana la sospensione delle attività didattiche in presenza nelle scuole di competenza comunale e anche nei nidi privati e ludoteche, la Polizia Municipale terrà sotto stretto controllo i luoghi di aggregazione e le vie maggiormente frequentate per evitare assembramenti e invitare al rispetto delle regole, maggiori attenzioni si dedicheranno anche alle attività commerciali, possibili nei negozi e nei mercati con ingresso e presenze contingentate.

”Si tratta di una messa in sicurezza della città a cui chiamiamo a collaborare i nostri cittadini perché tutelandosi ci aiutino a tutelare la comunità – spiega Ferrara. Terremo alta l’attenzione finché i dati non segneranno un concreto miglioramento della situazione e fino ad allora non faremo altro che ripetere di limitare le uscite all’essenziale e di non esporsi a rischi. Ricordiamo che Chieti è già in zona rossa, quindi spostamenti e relazioni dovrebbero già essere ridotte secondo le disposizioni governative, noi veglieremo solo con maggiore attenzione perché ciò accada, limitando i luoghi dove si potrebbero creare degli assembramenti, com’è accaduto lo scorso fine settimana, perché al momento sono assolutamente da evitare. Si tratta di tenere duro per un breve periodo, come si prepara a fare anche il Governo con il nuovo Dpcm annunciato per i primi di marzo, per fermare l’ascesa dei contagi, costante nonostante le scuole chiuse e approssimarci ai vaccini per recuperare al più presto maggiore libertà e sicurezza. Questo l’obiettivo a cui puntiamo – conclude Ferrara – facendo la nostra parte con l’auspicio che faccia lo stesso anche chi deve vaccinare la popolazione, affinché tempi e numeri siano migliori di quelli attuali”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: