TAMPONI PER CHI RIENTRA IN REGIONE DA SPAGNA, GRECIA, MALTA E CROAZIA; IN ITALIA 523 NUOVI CASI E 6 VITTIME; A SULMONA ALTRO GIOVANISSIMO INFETTO DOPO FESTA COMPLEANNO; CARTABELLOTTA, ''SE PROSEGUE TREND, POSSIBILE ALTRO LOCKDOWN''

COVID ABRUZZO: 16 CASI DI CUI 7 CAS CIVITELLA
GIMBLE, IN ITALIA PREOCCUPANTE INCREMENTO

13 Agosto 2020 14:32

L'AQUILA – Tornano crescere anche in Abruzzo i casi di persone positive al coronavirus. Per fortuna però nessuna altra vittima è stata registrata, come avviene oramai da settimane.

Rispetto a ieri si registrano infatti 16 nuovi casi, 7 dei quali riferiti agli immigrati ospiti del Cas di Civitella del Tronto.

Al netto dei riallineamenti sulle residenze, legati a casi già conteggiati nei giorni scorsi e sui quali erano in corso verifiche sulla provenienza, dei 16 positivi di oggi 2 sono residenti in provincia dell'Aquila, 1 in provincia di Chieti,  2 in provincia di Pescara e 11 in provincia di Teramo

Lo comunica il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute dell'Assessorato regionale alla Sanità.

Ieri sono stati effettuati  tamponi ai migranti e a dieci operatori del Cas di Civitella del Tronto. Gli operatori erano risultati in precedenza tutti negativi ai test.

Nella struttura che ospita circa 50 migranti, 24 erano risultati positivi al tampone del Covid-19. La struttura, vista la presenza di persone in quarantena, è attualmente presidiata 24 ore su 24 dalle forze dell’ordine.

E’ stato accertato poi un altro caso positivo al Covid-19 a Sulmona, si tratta di un giovanissimo collegato al nucleo dei sulmonesi risultati contagiati dal coronavirus nei giorni scorsi, contaminati dopo aver partecipato ad una festa di compleanno.

Dopo una settimana dal primo caso, il numero dei positivi a Sulmona è salito dunque a 7.

Intanto destano preoccupazione i dati che emergono dall’ultimo monitoraggio della Fondazione Gimbe, relativi al periodo 4-11 agosto, che attestano in Italia un incremento del 46% dei nuovi casi: +2.818 contro i 1.931 della settimana dal 29 luglio al 4 agosto. Aumento del numero di pazienti ricoverati con sintomi (801 vs 761) e anche di quelli in terapia intensiva (49 vs 41)  Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, parla di un “trend in progressivo aumento dei nuovi casi”. E avverte: se non si inverte la rotta, “sull’avvio dell’anno scolastico incombe lo spettro di nuovi lockdown”.

Del resto salgono ancora i contagi per coronavirus e per la prima volta da settimane superano i 500 in 24 ore: sono 523 i nuovi casi registrati in un giorno, secondo i dati del ministero della Salute, mentre ieri erano stati 481 ieri.

Complessivamente sono 252.235 le persone che hanno contratto il virus. In calo invece il numero delle vittime: 6 in più rispetto a mercoledì che portano il totale a 35.225, mentre ieri l'incremento era di 10.Tra le regioni solo la Valle d'Aosta non fa registrare nuovi casi mentre i maggiori incrementi si registrano in Veneto (+84), Lombardia (+74), Liguria (+63) e Sicilia (+42)

Tornando all'Abruzzo: è stata trasmessa poco fa ad Asl, Prefetture, Direzione marittima di Pescara, Saga ed Enac, la circolare del Dipartimento regionale Sanità con le misure applicative dell’ordinanza ministeriale che disciplina i rientri anche in Abruzzo di coloro in arrivo da Spagna, Grecia, Malta e Croazia.

Lo comunica l’assessore regionale alla Salute, precisando che le prescrizioni riguardano chi, nei quattordici giorni antecedenti, ha soggiornato o transitato nei 4 Paesi.





Coloro che fanno ingresso sul territorio regionale e che, nelle 72 ore precedenti all’arrivo, si siano sottoposti a test molecolare o antigenico risultato negativo (e che esibiscano la relativa certificazione) sono  tenuti ad effettuare un attento monitoraggio della propria temperatura corporea e di eventuali sintomi suggestivi di contagio per i successivi 14 giorni dal proprio rientro sul territorio.

Chi sbarca, proveniente da Spagna e Malta, da un volo di linea all’aeroporto d’Abruzzo, dovrà compilare un questionario e sarà sottoposto a tampone oro-nasale direttamente nello scalo.

Il test sarà eseguito dal personale dei Servizi Prevenzione Asl, in locali messi a disposizione dalla Saga. In attesa dell’esito è obbligatorio mantenere l’isolamento domiciliare fino alla comunicazione del risultato. In caso di positività, il soggetto sarà preso in carico dall’azienda sanitaria e sottoposto alle procedure ordinarie (compreso il tracciamento dei contatti).

Chi arriva in aeroporto con area privato, invece, riceverà il questionario di autocertificazione (dove dovrà indicare l’indirizzo di dimora) e informato dell’obbligo di sottoporsi ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone nella propria Asl di riferimento, entro 48 ore. In attesa di sottoporsi al test (e successivamente fino alla comunicazione dell’esito) le persone sono sottoposte all’isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora.

Queste ultime disposizioni si applicano anche a coloro che sbarcano da imbarcazione privata in uno dei porti abruzzesi.

Coloro, infine, provenienti da Spagna, Malta, Grecia e Croazia che arrivano in Abruzzo con auto private, treni, autobus utilizzate per raggiungere la destinazione finale dopo essere atterrati o sbarcati in altra Regione, hanno l’obbligo di sottoporsi a tampone entro 48 ore e di restare in isolamento domiciliare fino alla comunicazione dell’esito del test.     

COVID ABRUZZO: FOCUS 13 AGOSTO

In Abruzzo, dall'inizio dell'emergenza, sono stati registrati 3532 casi positivi al Covid 19, diagnosticati dai test eseguiti nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara, dall'Istituto Zooprofilattico di Teramo, dall'Università di Chieti e dal laboratorio dell'ospedale dell'Aquila.

24 pazienti (+1 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 1 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 209 (+12 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 472 pazienti deceduti (invariato rispetto a ieri); 2826 dimessi/guariti (+3 rispetto a ieri, di cui 11 che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici e 2815 che hanno cioè risolto i sintomi dell'infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 234 (+13 rispetto a ieri).

Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 138681 test.

Del totale dei casi positivi, 290 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila, 881 in provincia di Chieti, 1641 in provincia di Pescara, 689 in provincia di Teramo, 28 fuori regione e 3 per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!