COVID ABRUZZO: 264 CASI E 24 MORTI, L’AQUILA SI AVVICINA ALLA SOGLIA PER ENTRARE NELLA ZONA ROSSA

TASSO DI INCIDENZA SCENDE AL 3,1% DEI TAMPONI. NEL CAPOLUOGO ALTRI 6 POSITIVI, MASSIME RESTRIZIONI SCATTANO A 250 CONTAGI SU 100MILA ABITANTI: PROIEZIONE CAMPAGNA VACCINALE, IN REGIONE PRIME DOSI VACCINI A TUTTI GLI OVER 80 ENTRO 24 APRILE, A CAREGIVER E FRAGILI ENTRO 31 MAGGIO

14 Aprile 2021 15:55

L’AQUILA – Rispetto a ieri si registrano 264 nuovi casi di coronavirus in Abruzzo. Ancora pesantissimo il bilancio dei morti, 24 con il conto complessivo che sale a 2.293. Sono 233 le persone guarite.

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari al 3.1 per cento, dunque in discesa, e sotto la media italiana.

Del totale dei casi positivi,  si registrano 81 nuovi casi in provincia dell’Aquila, 62 in provincia di Chieti, 66 in provincia di Pescara e 55 in provincia di Teramo.

A restare a rischio zona rossa è il capoluogo L’Aquila, vicina alla soglia di incidenza dei 250 casi su 100 mila abitanti, calcolata su base settimanale. In base al bollettino di ieri l’incidenza era di 235 su 100mila abitanti, con 40 nuovi contagi. Oggi se ne sono registrati altri 6, ma manca il dato delle persone guarite e dimesse. In ogni caso la situazione resta critica.

Città più colpita oggi Pescara, con 27 casi, seguita da Teramo, 17, Montesilvano 14, Avezzano 13, Vasto 10 e poi L’Aquila con 6.

Le vittime sono età compresa tra 56 e 94 anni, 4 in provincia di Chieti, 4 in provincia di Pescara, 14 in provincia di Teramo, 1 in provincia dell’Aquila e 1 residente fuori regione. Dei casi odierni, 18 si riferiscono a decessi avvenuti in precedenza e comunicati solo oggi dalle Asl.

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 48, di cui 16 in provincia dell’Aquila, 13 in provincia di Pescara, 12 in provincia di Teramo e 7 in provincia di Chieti.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 55968 dimessi/guariti (+233 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 10266 (+5 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 946662 tamponi molecolari (+5884 rispetto a ieri) e 375596 test antigenici (+2721 rispetto a ieri).

557 pazienti (+4 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 58 (-1 rispetto a ieri con 6 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 9651 (+2 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Intanto il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi ha imposto una ulteriore stretta alla movida, pubblicato l’ordinanza nella quale si dettagliano le zone in cui sussiste il divieto di stazionamento dalla 18.30 alle 5 del mattino. Si tratta delle vie e delle piazze del centro in cui è stata riscontrata una maggiore presenza. Nelle stesse aree è vietato il consumo delle bevande alcoliche. L’ordinanza ha valore fino al 19 aprile. Sempre il sindaco ieri ha fatto sapere di aver prorogato di una settimana, fino al 20 aprile, la chiusura al pubblico della residenza Maria Ferrari delle suore zelatriici del Sacro Cuore di San Gregorio.

Per quanto riguarda l’Abruzzo in base alle proiezioni della campagna di vaccinazione degli over 80, per quanto riguarda le prime dosi, si dovrebbe concludere entro il 24 aprile,  caregiver e persone con patologie il 31 maggio.

Ad oggi sono state somministrate in Abruzzo 305.505 dosi su  355.340 disponibili, l’86% di cui 118.374 a over 80, oltre 76.841 nella categoria “altro”, 64.637 a personale socio-sanitario, 28.222  personale scolastico.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: