COVID: ABRUZZO ARANCIONE FINO A FINE MARZO.
442 CASI, 25 MORTI E 425 GUARITI. CALANO RICOVERI

6 Marzo 2021 15:05

L’AQUILA – L’Abruzzo resta in zona arancione, con mini-lockdown locali e “zone rosse” nei comuni a più alto rischio, cioè in quelli dove anche a causa dell’elevata circolazione delle varianti covid, si registrano più contagi.

L’ufficialità della permanenza in fascia arancione è arrivata ieri con il decreto firmato dal ministro della Salute, Roberto Speranza. La regione non potrà però ambire a tornare in zona gialla prima della fine di marzo in quanto la massima soglia di rischio imporrà, per cambiare fascia, un miglioramento degli indici riscontrabili  nell’arco di almeno due settimane.

Per quanto riguarda l’ultimo bollettino, sono 442 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Abruzzo nelle ultime ore, di età compresa tra 7 mesi e 98 anni, emersi dall’analisi di 5.458 tamponi molecolari e 1.848 test antigenici.

Altri 25 i decessi, di cui 6 risalenti ai giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl.

Del totale dei nuovi positivi, 140 fanno riferimento alla provincia di Chieti, 112 a quella di Pescara, 95 a quella dell’Aquila e 93 a quella di Teramo, 2 residenti fuori regione o con residenza in accertamento.

Il numero dei guariti sale a 42.046 (+425), 13.107 sono gli attualmente positivi (-9), 631 ricoverati in area medica (-26), 86 ricoverati in terapia intensiva (-1), 12.390 in isolamento domiciliare (+18).

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: