4.500 TAMPONI, PROVINCIA L'AQUILA ANCORA LA PIU' COLPITA; 8 POSITIVI IN PIU' IN OSPEDALE, UNO IN MENO IN RINIMAZIONE: POSTI TOTALI ORA 169, PREVISTI IIN PIANO RIORDINO; RICOVERATO MANAGER ASL CHIETI THOMAS SCHAEL

COVID ABRUZZO: 640 CASI, 18 DECESSI E 404 GUARITI, COMPLETATA ATTIVAZIONE TERAPIE INTENSIVE

23 Novembre 2020 15:06

PESCARA – Sono 640 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Abruzzo nelle ultime ore, di età compresa tra 10 mesi e 100 anni, emersi dall’analisi di 4.491 tamponi, e che portano il totale di positivi, dall’inizio dell’emergenza, a 24.288.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 18 nuovi casi e sale a 804, di età compresa tra 54 e 93 anni: 8 in provincia dell’Aquila, 2 in provincia di Pescara, 1 in provincia di Chieti e 7 in provincia di Teramo). Cinque casi sono riferiti a decessi avvenuti nelle scorse settimane e comunicati solo oggi dalle Asl. Sale anche il numero di dimessi-guariti, 404 in più rispetto a ieri, che portano il totale a 7.135.

Del totale dei casi positivi, 7.994 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+206 rispetto a ieri), 4.638 in provincia di Chieti (+81), 4.790 in provincia di Pescara (+57), 6.474 in provincia di Teramo (+303), 223 fuori regione (-2) e 169 (-5) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Tra le località con più nuovi casi ci sono Teramo (45), Pescara (31), Silvi (31), L’Aquila (26), Martinsicuro (26), Avezzano (24), Roseto (22), Pineto (21), Montorio al Vomano (20).

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 89, di cui 32 in provincia dell’Aquila, 11 in provincia di Pescara, 17 in provincia di Chieti, 29 in provincia di Teramo.

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 16.349 (+218 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 380.408 test (+4.491 rispetto a ieri).

672 pazienti (+8 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 71 (-1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 15.606 (+211 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

ABRUZZO COMPLETA ATTIVAZIONE TERAPIE INTENSIVE, ORA SONO 169

L’Abruzzo, negli ultimi giorni, ha completato l’attivazione dei 66 posti letto di terapia intensiva previsti dal piano di riordino della rete ospedaliera Covid-19 ed è andato anche oltre: ne sono stati allestiti nove in più, per un totale di 75 unità. Considerando i 94 esistenti già prima dell’emergenza, i posti letto di rianimazione a disposizione delle quattro Asl ora sono complessivamente 169.

Al momento è occupato il 42% delle unità: 71 i pazienti Covid-19 ricoverati in terapia intensiva. Il dato è calcolato senza considerare i 29 posti letto presenti tra l’Ematologia di Pescara e le cliniche private convenzionate, pure a disposizione in caso di assoluta emergenza.

RICOVERATO IN OSPEDALE IL DIRETTORE GENERALE DELLA ASL DI CHIETI THOMAS SCHAEL

Ricovero precauzionale in ospedale per il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael.

Da ieri si trova nell’unità operativa di Medicina Covid a Chieti, dove gli è stata diagnosticata una polmonite bilaterale. Le sue condizioni sono buone e continua a seguire, come già nei giorni precedenti, le attività aziendali.

I medici stanno monitorando l’evoluzione della patologia insorta nelle ultime ore e che va tenuta sotto controllo.

OTTANTA ALUNNI IN QUARANTENA A PESCARA: TOTALE SALE A 1.147

Salgono a 1.147 gli alunni delle scuole comunali di Pescara, in isolamento fiduciario a causa dei contagi da Coronavirus.




Come si legge infatti sul quotidiano Il Centro, da oggi partiranno le lezioni a distanza per circa 80 bambini, tra la primaria Pineta Dannunziana di via Scarfoglio e la secondaria Virgilio in quarantena, dopo la scoperta di un bambino e una insegnante positivi.

Da domani sarà invece avviata la bonifica delle aule chiuse per Covid mentre, nei prossimi giorni, tutti gli studenti saranno sottoposti a tampone dai sanitari della Asl.

L’assessore all’Istruzione Gianni Santilli ha intanto comunicato che sono in arrivo i 170 tablet da consegnare ai 10 comprensivi chiusi nei giorni scorsi.

GIULIANOVA: FOCOLAIO NELLA CASA DI RIPOSOS CRISTAL: CONTAGIATI 10 ANZIANI

Sono almeno 10 i positivi emersi ieri tra gli ospiti della casa di riposo Cristal di Giulianova e non si esclude che, nelle prossime ore, il numero possa subire un incremento.

Come si legge sul quotidiano Il Centro, il focolaio è iniziato più di una settimana fa con due casi accertati. Il secondo piano della struttura è stato subito isolato, mentre i sindaco ha attivato il protocollo previsto informando la Ecotedi per il prelievo sanitario dei rifiuti legati alle persone contagiate.

COVID: POSITIVI 35 OSPITI E 20 OPERATORI NELLA RSA DI CIVITELLA ROVETO, IERI UN DECESSO

Un’ospite della Rsa di Civitella è deceduta ieri dopo aver contratto il Covid.

Come si legge sul quotidiano Il Centro, nei giorni scorsi sono stati registrati nella struttura 55 casi positivi, 35 ospiti e 20 operatori.

Per adesso le condizioni degli altri anziani rimangono buone e nessuno è stato ricoverato in ospedale.

Nel frattempo, l’Asp è in attesa dell’esito dei tamponi eseguiti ad ospiti e personale lo scorso sabato.

COVID: 303 NUOVI CASI NEL TERAMANO, POSITIVI A QUOTA 4.524

Sono stati registrati 303 nuovi positivi al Coronavirus, ieri, in provincia di Teramo, con i positivi ora a quota 4.524. Di questi, 212 sono ricoverati in ospedale, di cui 18 in Rianimazione. Quattro inoltre i decessi: Leonetta Troiani, 92 anni di Arsita, Carmine Di Francesco, 97 anni di Montorio, Nicola Italiani, 68 anni di Atri e Aldo La Barbera, 73 anni di Teramo. Creati sei posti Covid al Pronto soccorso di Teramo con ambulatori mobili per i pazienti dubbi o positivi.

Come si legge sul quotidiano Il Centro, all’ospedale Mazzini sono intanto stati attivati degli ambulatori mobili monoposto, a pressione negativa per ospitare i pazienti dubbi o positivi che arrivano al Pronto soccorso del Mazzini e non farli aspettare in ambulanza. Adesso, con i nuovi sei letti, il Pronto soccorso del teramano ospita 9 posti di osservazione breve.

A Roseto, alcuni cittadini che non erano nell’elenco si sono presentati al drive-in situato all’autoporto per fare il tampone.

“Non ho parole, i tamponi, ripeto, sono riservati a quei cittadini per i quali i medici di base hanno inoltrato la richiesta alla Asl”, ha precisato il sindaco, Sabatino Di Girolamo, presente ieri al drive-in.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: