COVID ABRUZZO: 95 NUOVI CASI, NESSUN DECESSO. AL VIA TEST SALIVARI NELLE SCUOLE

26 Settembre 2021 14:26

Regione: Sanità

PESCARA – Sono 95 i nuovi casi di Coronavirus registrati nelle ultime ore in Abruzzo, di età compresa tra 1 e 88 anni, emersi dall’analisi di 3.221 tamponi molecolari e 6.883 test antigenici.

Nessun decesso e un guarito, secondo l’ultimo bollettino, che porta il totale a 76.584 dall’inizio dell’emergenza.

Dei nuovi positivi 35 sono residenti in provincia dell’Aquila, 24 in quella di Chieti, 23 in quella di Teramo e 13 in quella di Pescara .

I guariti sono 76.584 guariti (+1), 1.933 attualmente positivi (+94), 59 ricoverati in area medica (+1), 4 in terapia intensiva (invariato), 1.870 in isolamento domiciliare (+93).

Partirà domani, lunedì 27 settembre, il monitoraggio della circolazione del virus Sars Cov2 su un campione di studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado in Abruzzo.

Lo ha comunicato l’Assessorato alla Salute, dopo la condivisione del protocollo operativo (elaborato dal Dipartimento regionale Sanità, che coordina anche la raccolta ed elaborazione dei dati) che sarà ora recepito con specifica Ordinanza del Presidente della Regione.

L’iniziativa – coordinata dal Ministero e dall’Istituto Superiore di Sanità – coinvolgerà complessivamente 1142 studenti, di età compresa tra 6 e 14 anni, che ogni 15 giorni saranno sottoposti a test attraverso tampone salivare molecolare.

Le scuole “sentinella” individuate nell’ambito del piano nazionale, che comprende un campione di 55mila studenti in tutta Italia, sono: l’istituto comprensivo 3 di Chieti, l’istituto comprensivo Mazzini dell’Aquila, l’istituto comprensivo Collodi di Avezzano, l’istituto comprensivo 8 di Pescara e l’istituto comprensivo 2 di Teramo.

I campioni saranno analizzati dai laboratori degli ospedali di Pescara, L’Aquila, Avezzano, Teramo e dal Centro di Studi e Tecnologie Avanzate dell’Università di Chieti.

Nella fase preliminare del monitoraggio, della durata stimata di 2 mesi, i campioni saranno prelevati dal personale sanitario dei Siesp delle Asl che si recherà nei diversi plessi scolastici.

Commenti da Facebook
RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: