COVID ABRUZZO: ARRIVANO PRIME DOSI DI VACCINO.
MARSILIO: “DAL 7 GENNAIO IN ZONA GIALLA”

30 Dicembre 2020 15:28

L’AQUILA – Mentre in Abruzzo arrivano le prime 9.360 dosi di vaccino della Pfizer, consegnate questa mattina alle Asl, il presidente della Regione Marco Marsilio, Fratelli d’Italia, durante la conferenza stampa dedicata al bilancio regionale, si è detto “certo che dal 7 gennaio l’Abruzzo sarà classificato in zona gialla. E questo numeri alla mano relativi all’occupazione delle terapie intensive sotto il 30 per cento. Il numero di guarigioni che continuano a crescere. E una percentuale di positivi sui tamponi che non supera da giorni il 6-7%, un risultato ben sotto la media italiana”.

Le vaccinazioni prenderanno ufficialmente il via sabato 2 gennaio e le prime dosi saranno destinate prioritariamente al personale ospedaliero operante nei team vaccinali, nei reparti malattie infettive, nelle medicine Covid, nelle pneumologie Covid e nei pronto soccorso. Conclusa questa fase, si passerà al personale ospedaliero degli altri reparti e successivamente a quello dei distretti sanitari di base e delle strutture per anziani, dove saranno sottoposti a vaccinazione anche gli ospiti.

Le prime vaccinazioni verranno effettuate negli ospedali dell’Aquila, Pescara, Chieti, Teramo, Avezzano, Sulmona, Giulianova, Sant’Omero e Atri.

Nel dettaglio, alla Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila e alla Asl di Pescara sono state recapitate 2.340 dosi per ciascuna azienda, alla Asl Lanciano-Vasto-Chieti 3510 dosi e alla Asl di Teramo 1170 dosi. La quantificazione è stata stabilita sulla base del personale sanitario in servizio sia nei presidi pubblici, sia in quelli privati accreditati.

“Il nuovo anno – commenta l’assessore regionale alla Sanità Nicoletta Verì – si apre, dunque, con l’entrata nel vivo della più grande campagna vaccinale di massa degli ultimi decenni, che ci auguriamo possa farci presto uscire da quest’incubo con cui conviviamo ormai da 11 mesi. Voglio ribadire ancora una volta, però, che l’avvio delle vaccinazioni non deve farci abbassare la guardia: non possiamo infatti allentare in alcun modo le precauzioni per limitare il contagio dal coronavirus, che al momento rappresentano ancora il mezzo più efficace per tutelare la nostra salute e quella dei nostri cari”.

L’ULTIMO BOLLETTINO

Sono 278 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Abruzzo nelle ultime ore, di età compresa tra i 7 mesi e i 95 anni, emersi dall’analisi di 4.052 tamponi. Il totale dei positivi dall’inizio dell’emergenza sale così a 34.858.




Il bilancio dei pazienti deceduti registra 21 nuovi casi e sale a 1.206, di età compresa tra 66 e 97 anni: 7 in provincia dell’Aquila, 4 in provincia di Chieti, 4 in provincia di Pescara e 6 in provincia di Teramo). Del totale odierno, 11 casi fanno riferimenti a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 22.616 dimessi/guariti (+493 rispetto a ieri).

Del totale dei casi positivi, 10.913 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+63 rispetto a ieri), 7.058 in provincia di Chieti (+94), 7.086 in provincia di Pescara (+38), 9.346 in provincia di Teramo (+63), 279 fuori regione (-1) e 176 (+21) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 36, di cui 6 in provincia dell’Aquila, 7 in provincia di Pescara, 13 in provincia di Chieti e 10 in provincia di Teramo.

Gli attualmente positivi in Abruzzo, calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti, sono 11.036 (-236 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 512.111 test (+4.052 rispetto a ieri).

432 pazienti (-19 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 36 (-2 rispetto a ieri con 4 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 10568 (-215 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©



ARTICOLI PER APPROFONDIRE:


    Ti potrebbe interessare:

    Gli articoli più letti in queste ore:

    Do NOT follow this link or you will be banned from the site!