COVID ABRUZZO, EFFETTO VACCINI: MENO VITTIME. AUMENTO CONTAGI, MA CALO DEI RICOVERI

3 Maggio 2021 09:41

PESCARA – In base all’ultimo bollettino della pandemia in Abruzzo Da una parte continua a scendere il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva e anche quello dei reparti di medicina Covid. Dall’altra i registra un aumento dei contagi, con il rapporto tra tamponi molecolari e nuovi positivi tornato al 5.3%, Il dato che però deve infondere ottimismo è che continua a scendere il dato finora drammatico sui decessi: ieri quattro, n 92enne di Tortoreto, un 82enne di Giulianova, una 79enne di Cepagatti e un 51enne di Avezzano, dipendente dello stabilimento avezzanese della multinazionale LFoundry.

E questo sottolinea il referente abruzzese della campagna di vaccinazione, Maurizio Brucchi, grazie alle sommistraioni che procedono oramai a ritmo sostenuto,  anche ieri 10.311 dosi in Abruzzo, oltre il target fissato delle 9 mila inoculazioni.

Come ha spiegato al quotidiano Il Centro Brucchi, “a differenza di quanto avveniva nella prima fase della pandemia, quando gli over 80 sono stati coloro che hanno pagato il prezzo più alto, oggi gli anziani che rientrano in questa categoria e che sono ricoverati in ospedale non supera il 10-15%”.

Di over 80 sono stati finora vaccinati almeno con la prima dose l’88% degli iscritti sulla piattaforma e in questi giorni si sta sta procedendo a vaccinare i pazienti a domicilio, con un ritmo di 20 al giorno, viste le difficoltà e le tempistiche di sorveglianza nelle varie località abruzzesi.

L’Abruzzo è pronto a adottare anche il piano aggiornato di vaccinazione illustrato dal commissario per l’emergenza Paolo Francesco Figliuolo: “Quando avremo messo in sicurezza gli over 65 si può aprire a tutte le classi di età. Dobbiamo premere sulle classi over 60 – per le quali la media di somministrazioni è ancora bassa – e il piano va seguito in maniera ordinata e coerente”, la linea di Figliuolo. E’ stata superata intanto la soglia delle 20milioni di dosi somministrate e, una volta terminata la vaccinazione degli over 65, il commissario è pronto a coinvolgere le classi produttive. “Penso al settore alberghiero”, dice.

Ieri in un’intervista a Repubblica aveva anticipato il tema, spiegando che per l’apertura a tutte le fasce di età, senza prenotazione, il programma prevede l’utilizzo anche delle campagne in azienda, “da fine maggio”. Sfruttando anche “centri vaccinali nelle località turistiche”, oltre che gli accordi con i medici di famiglia. Maggio sarà quindi un mese “di transizione”, dove è atteso l’arrivo in massa delle dosi. “Dopo pensiamo all’estate” e allo step successivo, quello appunto delle classe produttive.

Come attesta l’ultimo bollettino, si sono registrati 159  nuovi casi di Coronavirus registrati in Abruzzo nelle ultime ore, di età compresa tra 6 mesi e 89 anni, emersi dall’analisi di 3.032 tamponi molecolari e 664 test antigenici.

Quattro i decessi e un solo guarito.

Dei nuovi casi, 82 fanno riferimento alla provincia di Chieti, 45 a quella di Teramo, 15 a quella dell’Aquila e 13 a quella di Pescara, 4 sono residenti fuori regione o con residenza in accertamento.

Gli attualmente positivi sono 8.733 attualmente positivi (+154), i 355 ricoverati in area medica (+7), 31 ricoverati in terapia intensiva (-1), 8.347 in isolamento domiciliare (+148).

L’ultimo monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità e del ministero della Salute, relativo al periodo 19-25 aprile, ha confermato qualche giorno fa il miglioramento già emerso dai dati quotidiani. Nella regione, in zona gialla da lunedì scorso, la classificazione complessiva di rischio è “bassa”. Solo due com

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

    Ti potrebbe interessare: