COVID ABRUZZO: TEST SIEROLOGICI E ANTIGENICI LABORATORI PUBBLICI E PRIVATI, MARSILIO FIRMA ORDINANZA

25 Novembre 2020 17:57

L’AQUILA – Il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha firmato l’ordinanza numero 104 inerente disposizioni sui test molecolari, antigenici e sierologici presso laboratori pubblici e privati e su gruppi di popolazione a rischio più elevato.

Lo aveva anticipato nel pomeriggio l’assessore regionale alla Sanità Nicoletta Verì.

Aumenta ulteriormente la capacità di testing messa in campo dalla Regione per contrastare la diffusione del Covid 19. Dai prossimi giorni, infatti, tutti i laboratori analisi pubblici e privati potranno eseguire i test sierologici quantitativi e i test antigenici sulle categorie di cittadini definite a rischio e contenute in un documento che verrà recepito nella nuova ordinanza del presidente della Regione.




Per accedere al test – a carico del servizio sanitario regionale – basterà semplicemente esibire un’autocertificazione. I test sierologici saranno gratuiti per operatori sanitari, forze dell’ordine, genitori di studenti di età compresa tra 0 e 18 anni (e maggiorenni se frequentanti scuola secondaria secondo ciclo), gli studenti stessi, i loro fratelli e sorelle, nonché gli ulteriori familiari conviventi. Sono beneficiari inoltre gli assistiti che frequentano corsi universitari, aventi l’assistenza sanitaria di base in Regione, nonché donne e bambini presi in carico dai centri anti violenza e case rifugio.

Tutti coloro non compresi in queste categorie, potranno comunque sottoporsi a pagamento al test. Per casi di sospetto clinico, infine, sarà necessaria l’impegnativa del medico curante con il codice di esenzione ticket. I risultati dei test dovranno essere obbligatoriamente inseriti dai laboratori nella piattaforma informatica della Regione, al fine di uniformare il tracciamento dei contatti e dei casi positivi. Agli stessi laboratori è espressamente vietato eseguire prelievi eludendo l’utilizzo dell’applicativo di tracciatura tamponi.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: