COVID, BASSETTI: “CON QUARTA DOSE ORA A OVER 50 RISCHIAMO LA QUINTA”

30 Marzo 2022 18:26

Italia - Sanità

MILANO – “Personalmente sulla base dei dati attuali non suggerirei” la quarta dose di vaccino anti-Covid “a tutti gli over 50 indistintamente. Un conto è se parliamo delle persone fragili e immunodepresse, che hanno problemi per cui fare una quarta dose è fondamentale per stimolare il sistema immunitario, un conto è invece dire: da domani tutta la popolazione italiana che ha più di 50 anni deve fare la quarta dose. Quest’ultimo sarebbe un grandissimo errore, che mi auguro non vorremo commettere. Perché vorrebbe dire metterci da maggio a settembre a fare la quarta dose, e poi inevitabilmente ripartire con la quinta” subito dopo.

È il monito di Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive all’ospedale San Martino di Genova.

“Il fatto che negli Usa la Fda approvi un vaccino anti-Covid per l’utilizzo come quarta dose, non vuol dire che deve essere utilizzato, ma che è possibile farlo. Poi dire se la quarta dose serva ed è da raccomandarsi spetta agli esperti e alle società scientifiche. Io – spiega all’Adnkronos Salute – penso che ci sia bisogno di dire alle persone che ad oggi il primo ciclo vaccinale è completato con la terza dose”.

Poi, prosegue l’infettivologo, “con un vaccino nuovo e aggiornato sulle varianti di Sars-CoV-2, che le aziende farmaceutiche devono mettere a punto, ne riparleremo il prossimo autunno” di un eventuale nuovo richiamo vaccinale, “per prepararci a quando il Covid picchierà di nuovo. Perché un rischio è che, se noi oggi andiamo a fare la quarta dose, magari poi dobbiamo dire alle stesse persone a stretto giro che devono fare la quinta. E inevitabilmente si perde fiducia”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: