COVID, BURIONI: “TRATTARE I VACCINATI COME SE NON LO FOSSERO E’ SCELTA POLITICA, NON MEDICA”

15 Aprile 2021 18:28

ROMA – “Le probabilità negli Usa (66 milioni di vaccinati!) di prendersi Covid-19 dopo il vaccino sono dello 0,008%, quelle di finire in ospedale lo 0,00056%. Trattare i vaccinati come i non vaccinati a questo punto è una scelta politica, non medica”.

Lo scrive su twitter il virologo Roberto Burioni, dell’università Vita-Salute San Raffaele di Milano, che precisa: “La mia posizione politica in materia è irrilevante e non la esprimo, dico solo che – grazie all’efficacia dei vaccini – esiste questa possibilità ed è giusto che se ne discuta, come fanno in tutti i Paesi. Spiego meglio: chi ha completato un ciclo di vaccinazioni con mRna – prosegue il virologo – ha dal punto di vista medico una protezione tale che gli consentirebbe, con le dovute precauzioni, di riprendere una vita tutto sommato normale: ristoranti, teatri, bar e via dicendo. Consentire ai vaccinati di spendere in queste attività allevierebbe la tragedia economica in corso; ma ovviamente sarebbe profondamente ingiusto nei confronti di chi non si è potuto ancora vaccinare. Per questo deve decidere la politica”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: