COVID: CABINA REGIA, SLITTA IL COPRIFUOCO, DA OGGI PRENOTAZIONE VACCINI OVER 40

17 Maggio 2021 08:06

PESCARA – Attiva da oggi alle ore 12 la piattaforma Poste per la prenotazione delle vaccinazioni anti Covid 19 per i nati fino al 1981.

E sarà un lunedì decisivo con la riunione della  cabina di regia del governo, che potrebbe trasformarsi in un ulteriore passo in avanti verso l’allentamento di alcuni divieti e un graduale ritorno a una normalità scandita, sempre, dai dati sull’andamento dei contagi in parallelo a quello delle dosi di vaccino somministrate.

In base all’ultimo bollettino in Abruzzo ci sono stati 100 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Abruzzo nelle ultime ore, di età compresa tra 4 mesi e 83 anni, emersi dall’analisi di 3.592 tamponi molecolari e 1.745 test antigenici.

LA CABINA DI REGIA

Coprifuoco in Italia alle 23 o a mezzanotte, riaperture e possibile allentamento di misure e regole anti covid. Sono questi i principali temi sul tavolo della cabina di regia che si riunirà oggi a Palazzo Chigi. Attese in giornata anche news sui parametri, con la possibile introduzione dell’indice Rt ospedaliero per definire i cambi di colore tra zona rossa, arancione e gialla. Intanto, con i dati sui contagi in netto miglioramento, aumenta il pressing delle regioni. Soprattutto sul coprifuoco, che sarà probabilmente portato alle 23 o alle 24.

“Con dati in miglioramento possiamo allentare e poi superare il coprifuoco”, ha confermato ieri il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante la sua visita agli Internazionali di tennis in occasione della finale. “È bello rivedere il pubblico in sicurezza ad una manifestazione sportiva. Possiamo proseguire con ragionata fiducia nel percorso di graduali riaperture delle altre attività,  ancora la necessaria prudenza”, ha evidenziato il ministro, sottolineando che “questo è possibile proprio grazie alle misure adottate in questi mesi e ai comportamenti corretti della stragrande maggioranza delle persone e, naturalmente, grazie alla campagna di vaccinazione che è la leva fondamentale per aprire una nuova stagione nel Paese”.

I numeri andranno sempre meglio”, ha detto il sottosegretario Pierpaolo Sileri. “Da domenica scorsa abbiamo due milioni in più di italiani che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino e un milione in più che ha completato il ciclo vaccinale. Significa che stiamo superando il virus, finalmente possiamo tirare un sospiro di sollievo”.

Per il settore del wedding invece la data per dare di nuovo il via libera a cerimonie e banchetti non è ancora ora stata fissata dal governo ma l’orientamento sembra puntare al 15 giugno. Gli organizzatori degli eventi chiedono, però, da più giorni e con forza che venga dato il via libera a partire dal primo giugno (l’inizio di un mese molto “amato” dalle coppie per pronunciare l’atteso sì). E per farlo hanno presentato un protocollo per garantire la massima sicurezza durante i ricevimenti utilizzando per gli invitati lo stesso schema richiesto per i viaggiatori: tampone negativo nelle 48 ore antecedenti l’evento, doppia vaccinazione o essere guariti dal Covid.

Partita non meno importante quella della riaperture dei ristoranti al chiuso. Fissata al primo giugno in molti spingono perché la data venga anticipata di almeno una settimanae che venga allungato l’orario fissato fin qui alle 18. E si potrà tornare sicuramente a bere il caffè al bancone dal primo giugno.

Fissata per il primo di luglio la riapertura dei parchi tematici anche se, come per gli altri settori, gli imprenditori del divertimento en plein air, chiedono da settimane di anticipare la data. Mentre non c’è ancora un giorno certo per tornare a nuotare al chiuso. Mentre si potrà tornare ad allenarsi nelle palestre dal primo giugno.

Restano ancora chiusi nei weekend i centri commerciali. Grandi e piccoli sono però sul piede di guerra tanto che nei giorni scorsi sono state organizzate diverse manifestazioni a macchia di leopardo lungo lo Stivale. Possibile riapertura per loro dal 22 maggio anche se al momento una data certa non c’è.

VACCINI OVER 40

Per prenotarsi basterà collegarsi all’indirizzo https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/ inserendo il proprio codice fiscale e il numero di tessera sanitaria.

Sarà possibile procedere alla prenotazione anche contattando il numero verde 800.00.99.66 (attivo tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 20), oppure utilizzando uno dei 270 sportelli Postamat attivi sul territorio regionale (pur senza essere clienti Poste, ma accedendo con la tessera sanitaria). Anche i 630 portalettere in servizio in Abruzzo, attraverso i palmari a loro disposizione, potranno prenotare la vaccinazione.

È attivo, infine, anche il servizio di prenotazione via sms, inviando un messaggio contenente il codice fiscale al numero 339.9903947. Entro 48-72 il servizio clienti di Poste Italiane ricontatterà l’utente per procedere telefonicamente alla scelta di luogo e data dell’appuntamento.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

    Ti potrebbe interessare: