COVID: CONTAGIATI NEGOZIANTE E FAMIGLIA, SINDACO CHIETI, ‘NON ABBASSARE LA GUARDIA’

19 Luglio 2020 16:59

CHIETI – Un negoziante di generi alimentari a Chieti positivo al Covid-19, come lui quattro suoi familiari sono risultati positivi al test: la notizia è arrivata questa mattina dal sindaco, Umberto Di Primio, che ha pubblicato un video sulla sua pagina Facebook, invitando a “non abbassare la guardia”.

'Oggi, purtroppo, devo comunicarvi che a Chieti registriamo 4 nuovi casi di contagio al Covid – scrive Di Primio – in base ai riscontri del test veloce effettuato dai sanitari e in attesa dei risultati più approfonditi dell'Istituto Zooprofilattico” di Teramo.

L'uomo è ricoverato nel reparto di Malattie Infettive.





Il Dipartimento di prevenzione della Asl Lanciano Vasto Chieti sta tracciando i contatti diretti delle persone risultate positive. “Purtroppo ho notizie che mi vengono dalla Asl – dichiara il sindaco nel video – Mi dicono che l'intero nucleo familiare è rimasto contagiato dal Covid. Stiamo risalendo a tutti coloro che hanno avuto contatti negli ultimi giorni con questa famiglia, chiedo a coloro che si siano recati presso il negozio di rivolgersi al proprio medico di famiglia, per verificare se non vi siano le sintomatologie tipiche del Covid ed eventualmente farsi prescrivere un tampone. Questo – aggiunge Di Primio – non deve voler dire allarmismo, ma estrema calma, razionalità e affronteremo anche questo problema, come abbiano affrontato anche gli altri durante il periodo più acuto e più difficile del Covid. 0 un caso isolato, circoscriviamolo, capiamo come stanno le cose e faremo tutto quanto è necessario”.

Il primo cittadino, nel post che accompagna il video, evidenzia anche la necessità di rispettare le prescrizioni, evitare assembramenti, indossare la mascherina e lavarsi e igienizzarsi spesso le mani.

“Invito tutti a mantenere la calma: gestiremo questa situazione – scrive – così come abbiamo fatto con centinaia di casi nel periodo più difficile di questa epidemia”. 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!