COVID, CRESCONO I CONTAGI A VASTO: OK ASL A DRIVE IN TAMPONI

2 Novembre 2021 21:11

Chieti: Sanità

VASTO  – Il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael, ha inviato una nota al sindaco di Vasto, Francesco Menna, sulla situazione epidemiologica in città, dove si registra un sensibile aumento di casi positivi, evidenziando che i dati sull’andamento dei contagi da Covid-19 “destano più di una preoccupazione, peraltro in controtendenza con il trend del resto della Provincia”, scrive il manager annunciando la disponibilità a istituire un drive in per la esecuzione di tamponi molecolari.

“A fronte di una situazione da monitorare con la dovuta attenzione, si registrano posizioni massimamente concentrate sull’esecuzione dei tamponi e per nulla sulla vaccinazione, che invece resta il tema sul quale investire con convinzione e impegno – aggiunge Schael . E quella di Vasto è una situazione emblematica, perché i casi positivi salgono a fronte di un tasso vaccinale pari al 72%, inferiore alla media del resto della Provincia e lontano dalla maggioranza dei comuni che superano l’80%. Puntare alla diagnosi, dunque, è sicuramente utile – scrive ancora Schael – ma non risolve il problema, per il quale auspico un deciso impegno del Comune sul fronte della vaccinazione e sull’adozione di misure di prevenzione più rigide, come l’obbligo di mascherine all’aperto, adottate anche in altri Comuni abruzzesi alle prese con una situazione analoga, specie in considerazione degli 8 ricoverati e del valore raddoppiato rispetto alla soglia critica dei 50 casi ogni 100 mila abitanti”.

Quanto al Drive In, Schael ha manifestato la disponibilità della Asl a dotare la città di una postazione con personale dedicato in una location che spetta al Comune individuare e allestire, come avvenuto in altri Comuni nei quali è stata attivata.

“Le spese per la segnaletica, il collegamento internet, le utenze e la pulizia sono da intendersi, come negli altri casi – ha concluso Schael – , a carico del Comune, anche perché non esiste alcun finanziamento dedicato a cui la Asl può attingere per tali attività, oggi come in passato”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: