COVID, CRISANTI: “USO SBAGLIATO DEI TAMPONI FAVORISCE LE VARIANTI”

9 Aprile 2021 09:30

ROMA – “Abbiamo rinunciato a creare una infrastruttura in grado di fare tamponi molecolari e non abbiamo rafforzato gli strumenti informatici. Gli antigenici ormai rappresentano circa il 60% dei tamponi, ma purtroppo non sono adatti allo scopo perché hanno una sensibilità bassa e non prendono diverse varianti. Da questo punto di vista stiamo affrontando una pandemia con delle pistole ad acqua”.

Lo ha detto a Radio Anch’io su Rai Radio 1 Andrea Crisanti, professore ordinario di microbiologia all’Università di Padova: “I tamponi che usiamo in questo momento – ha spiegato – non identificano alcune varianti e il loro uso prolungato e sbagliato ne favorisce la diffusione”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: