COVID, FARMACO DA LABORATORI DOMPE’ AGLI USA: MOLECOLA REPARIXIN SVILUPPATA A L’AQUILA NEL 2015

25 Giugno 2021 11:29

L’AQUILA – Continua lo studio clinico di un nuovo farmaco, il reparixin, che potrebbe rivelarsi efficace nel trattamento dei pazienti ospedalizzati con severa pneumonite da Covid-19.

Dopo aver arruolato oltre il 50% dei pazienti previsti per lo studio di fase 3 in Europa, Dompé farmaceutici sta attivando diversi centri ospedalieri negli Usa.

La molecola del reparixin era stata sviluppata dalla stessa Dompé nei laboratori dell’Aquila già nel 2015, ricorda Il Centro. È nata originariamente nell’ambito oncologico, dove è oggetto di sperimentazione avanzata in pazienti affetti da tumore della mammella triplo negativo metastatico. La molecola è stata poi sperimentata anche contro le infiammazioni degli organi a seguito dei trapianti.

“La molecola reparixin – fanno sapere da Dompé – inibisce l’azione dell’interleuchina 8 (IL-8), una delle proteine che segnalano l’infiammazione e che si pensa sia associata alle lesioni polmonari osservate nelle infezioni da Sars-Cov2. Lo studio su reparixin mira a testare l’efficacia e la sicurezza nel trattamento dei pazienti con polmonite Covid-19, in cui la risposta immunitaria può provocare una permeabilità vascolare che impedisce lo scambio di gas e l’ossigenazione del sangue.

Il trattamento approvato prevede la somministrazione di compresse orali (2 compresse da 600 tre volte al giorno) per 7 giorni. In caso di miglioramento, il trattamento può essere prolungato a discrezione dei clinici fino a un massimo di 21 giorni. La fase 3 dello studio sulla molecola ha l’obiettivo di arruolare circa 300 pazienti in 18 centri in Europa e America.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: