COVID, GIOVANE MADRE IN TERAPIA INTENSIVA AD AVEZZANO: “GRAVI DISFUNZIONI ED ASSISTENZA INADEGUATA”

27 Dicembre 2021 17:26

L'Aquila: Cronaca

AVEZZANO – Una giovane madre affetta da Covid-19 è ora ricoverata in terapia intensiva all’ospedale di Avezzano (L’Aquila), “e questo dopo che, stando a quanto spiegato dal marito, la donna non avrebbe ricevuto adeguata assistenza”.

A denunciare la vicenda, riportata anche dall’Adnkronos, è il portavoce in Abruzzo dei #Nogreenpass #Nontoccateiminori, Nico Liberati.

“Stando alle dichiarazioni del marito, Alessandro F., suffragate da registrazioni vocali – affermano i #Nogreenpass – la donna, la scorsa notte, lamentava l’impossibilità di comunicare con il personale sanitario perché il letto non era dotato di campanello. A causa di asseriti problemi tecnici nella stanza, poi, non le sarebbe stata garantita, in modo continuativo, l’ossigenoterapia”.

“Queste notizie – viene aggiunto – sono tutte state riferite al marito prima del trasferimento della moglie in terapia intensiva”.

Il marito, assistito dall’avvocato Gino Belisari, del foro di Avezzano, intende procedere ora a denuncia querela con richiesta di sequestro della cartella clinica per accertare cosa sia accaduto alla moglie.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: