COVID: GRUPPO INI, “ALTRE PATOLOGIE NON SONO IN LOCKDOWN, CI UNIAMO AD APPELLO MATTARELLA SU IMPORTANZA PREVENZIONE”

28 Ottobre 2020 08:33

L’AQUILA – “Ci uniamo all’appello del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che invita a non trascurare la prevenzione, perché non esiste solo il covid 19 e le altre patologie non sono finite in lockdown”.

E’ questa la ferma posizione di Michele Di Paolo, direttore sanitario dell’Istituto neuro traumatologico italiano (Ini) di Grottaferrata nel Lazio, casa di cura fondata dai fratelli Faroni, che ha un importante distaccamento anche a Canistro, in provincia dell’Aquila.

Il presidente della Repubblica ha ricordato che in questa fase di estrema emergenza,  “troppi screening e cure sono rinviati per terapie che, come i tumori, non consentono pause e sospensioni”.

Parole sottoscritte da un medico Di Paolo che opera proprio sul fronte, determinante, della diagnosi precoce.

“Non ci sono motivazioni razionali per posticipare visite, esami e terapie necessarie a prevenire l’insorgenza di altre patologie e curare quelle già manifeste”, spiega.




Sottolineando che “la Ini come altre strutture sanitarie private, anche in convenzione con il sistema sanitario regionale sono in grado di garantire prestazioni a massima sicurezza anti-contagio, si può accedere alle prestazioni sanitarie senza attese infinite. In questa fase così complessa, gli operatori privati accreditati contribuiscono in modo sostanziale a garantire il diritto alla cura dei cittadini”.

Il Gruppo Ini, con oltre 70 anni di attività all’attivo, è oggi articolato in più divisioni, ed presente nel Lazio e in Abruzzo. Le strutture sono abilitate al ricovero per acuzie, dall’oncologia, all’ortopedia, all’urologia, alla riabilitazione, alle rsa. In totale conta 1.200 posti letto e oltre 1.400 dipendenti.

La clinica di Canistro ha 30 posti letto accreditati in ortopedia, e altri 75 in regime privatistico, e dà lavoro a 90 dipendenti. E’ accreditata con il sistema sanitario nazionale in monospecialistica, ortopedia e traumatologia ed ha una dotazione di 28 posti letto per ricoveri ordinari e 2 posti letto per ricoveri in day surgery.

Nell’area riabilitativa in regime di ricovero (non convenzionato) effettua trattamenti di elettroterapia, fisiokinesiterapia, ovvero passaggi posturali e ginnastica attiva e passiva e massoterapia.

Infine offre visite ambulatoriali in cardiologia, ortopedia, chirurgia, urologia, neurologia e fisiokinesiterapia.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: