COVID, IMPENNATA DI CONTAGI NELLE SCUOLE DEL TERAMANO: MULTATI 11 GIOVANISSIMI SENZA MASCHERINA

18 Ottobre 2020 11:29

TERAMO – Nuovi casi positivi nelle scuole e nei centri di accoglienza, con i sindaci che scongiurano le zone rosse e le forze dell’ordine che multano i ragazzi sorpresi senza mascherina. Cresce la paura per il Covid nel Teramano dove, a fronte dell’ultima impennata di contagi, ci si organizza intanto per allestire nuove postazioni mobili per fare tamponi.

Come si legge sul quotidiano Il Centro, è la Val Vibrata la zona tra le più colpite della seconda ondata e, proprio mercoledì sera, il sindaco, Elicio Romandini ha disposto la chiusura di un asilo nido di Sant’Egidio dopo che una educatrice risultata positiva. “L’asilo nido resterà chiuso fino a quando la situazione non tornerà alla normalità – ha detto – tutti i i componenti dello staff della struttura effettueranno i tamponi e solo all’esito di questi decideremo sulla riapertura della scuola”.

A San Nicolò niente lezioni per due classi della scuola media Giovanni XXIII dove una insegnante è risultata positiva al Covid. I tamponi, come da disposizione della stessa Asl, saranno effettuati sugli studenti e su tutti i docenti entrati in contatti con la collega positiva. “Siamo in costante contatto con la Asl», ha detto il primo cittadino, Gianguido D’Alberto, – e speriamo che i tamponi siano effettuati tempestivamente e siano negativi”.





Altro alunno positivo nella scuola media “Bindi” di Silvi. A confermare la notizia un genitore che ha ricevuto una comunicazione ufficiale da parte della dirigenza scolastica, che ha disposto la quarantena per tutta la classe, e una insegnante allertata dai suoi colleghi messi in quarantena. Nessuna comunicazione ufficiale è invece arrivata dal sindaco.

Nella giornata di ieri è inoltre stato ricoverato a Pescara un noto medico di base di 77 anni di Silvi, mentre a Campli, ai quattro casi di positività comunicati nei giorni scorsi dal primo cittadino, Federico Agostinelli, se ne aggiungono altri due. Uno di questi riguarda un migrante ospite del centro di accoglienza di Castelnuovo, ora in isolamento. “Ho ritenuto opportuno tuttavia richiedere tamponi a tappeto per tutti gli ospiti del centro e per chi ci lavora. A tal proposito ho già inviato una lettera al prefetto. Stiamo vivendo una fase molto delicata ed è necessario mettere in campo ogni iniziativa utile per tutelare la salute dei cittadini”, ha dichiarato Agostinelli.

Ieri mattina, intanto, gli agenti della polizia municipale di Teramo, proprio nel corso di una mirata attività di controllo fatta anche con personale in borghese, hanno sanzionato undici minorenni sorpresi senza mascherina con verbali da 400 euro ciascuno. Se pagheranno entro cinque giorni il costo sarà di 280 euro.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!