5 MORTI IN DUE GIORNI ALLA DON ORIONE DI AVEZZANO: IL TOTALE SALE A 12, ALTRI 45 A MONTORIO; 116 I POSITIVI

COVID ABRUZZO: 10 MORTI E 348 NUOVI CASI, 190 NELL’AQUILANO, FOCOLAIO IN CASA RIPOSO SCOPPITO

27 Ottobre 2020 07:00

L’AQUILA – Ancora una volta è la provincia dell’Aquila, con 190 nuovi casi accertati, a registrare il maggior numero di contagi in Abruzzo dove, nelle ultime ore, sono emersi 348 nuovi positivi, di età compresa tra 3 mesi e 96 anni, su un totale di 3.204 tamponi .

In particolare, del totale dei casi, 2.215 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+190 rispetto a ieri), 1.647 in provincia di Chieti (+66), 2.493 in provincia di Pescara (+42), 1.927 in provincia di Teramo (+74), 56 fuori regione (invariato) e 76 (-26) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Dei nuovi positivi, 149 sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 10 nuovi casi e sale a 514.

Sono di età compresa tra 66 e 93 anni, 3 residenti in provincia dell’Aquila, 2 in provincia di Chieti, 1 in provincia di Pescara, 1 in provincia di Teramo e 3 fuori regione.

228 pazienti (+20 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 16 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 3.285 (+133 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 53, di cui 22 in provincia dell’Aquila, 8 in provincia di Pescara, 7 in provincia di Chieti e 15 in provincia di Teramo.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 3.537 dimessi/guariti (+68 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 4363 (+278 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 270.057 test (+3.204 rispetto a ieri).

COVID: SINDACO SCOPPITO, “A VILLA SORRISO POSITIVI 18 OSPITI E 4 OPERATORI”

“La situazione dei contagi nel nostro Comune è in preoccupante aumento. Ad oggi i casi comunicati dal Dipartimento di Igiene e prevenzione sono 24 per tutti sono stati effettuati i tracciamenti dei contatti e si è provveduto a mettere in quarantena i soggetti a rischio. Ieri purtroppo abbiamo avuto notizia della grave emergenza che si è creata a Villa Sorriso dove era stato accertato un caso le scorse settimane. Dai tamponi effettuati sono risultati positivi 18 ospiti su 19 e 4 operatori sanitari. Insieme alla Asl 1 e al Dipartimento di igiene e prevenzione stiamo lavorando gestire la difficile situazione della struttura”.

Lo scrive nella sua pagina facebook Marco Giusti, sindaco di Scoppito, a pochi chilometri dall’Aquila.

“Raccomando a tutti il massimo rispetto delle norme sul contenimento del contagio ormai note. Non possono essere le istituzioni da sole a far cessare questa situazione di pericolo ma solo la presa di coscienza collettiva che è il comportamento individuale a poter prevenire e limitare la diffusione del virus”, l’appello del sindaco.

DIDATTICA A DISTANZA SUPERIORI E UNIVERSITA’, MARSILIO FIRMA ORDINANZA

“Sospensione delle attività scolastiche secondarie di secondo grado in presenza, rimettendo in capo alle Autorità Scolastiche la rimodulazione delle stesse, con ricorso alla didattica digitale a distanza”.

Lo prevede un’ordinanza firmata dal governatore dell’Abruzzo, Marco Marsilio, che impone modalità a distanza anche per le “attività di formazione delle università”.

Per quanto riguarda le scuole superiori, il provvedimento dispone che “la didattica in presenza continui ad essere effettuata a vantaggio degli alunni a vario titolo portatori di disabilità” o “in ragione di riconosciuta condizione di necessità”.

Le misure in questione sono valide dal 28 ottobre “sino al termine di vigenza del Dpcm del 24 novembre”.

“La didattica in presenza nelle scuole secondarie superiori resterà garantita a tutti gli alunni a vario titolo portatori di disabilità, ovvero in ragione di riconosciuta condizione di necessità”, precisa l’assessore alla Salute, Nicoletta Verì.

“Ho sollecitato l’introduzione di questa possibilità – rimarca l’assessore – per rispondere alle particolari esigenze formative degli studenti più fragili, che potrebbero essere penalizzati maggiormente dalla didattica a distanza”.

GIULIANTE (TUA), “CON DAD AUTOBUS VUOTI, VERSO RIDIMENSIONAMENTO PARCO MEZZI E MODIFICA CORSE”

Con il nuovo Dpcm e la firma dell’ordinanza del presidente della Regione Marco Marsilio, che rende obbligatorio il ricorso al Dad (didattica a distanza) per gli studenti delle scuole superiori, cambia la presenza numerica degli utenti sui bus Tua in Abruzzo.

“Se fino a due giorni fa ci trovavamo a dover gestire il trasporto dei ragazzi anche con il supporto di compagnie private, da domani avremo il problema opposto, con autobus che viaggeranno semivuoti”, -spiega il presidente della società di trasporti Gianfranco Giuliante.

“Tenete conto che la stragrande maggioranza di studenti che utilizza i bus per andare a scuola sono quelli delle superiori per cui, con la Dad, ci sarà un crollo delle presenze sugli autobus dove, voglio ricordare, resta la capienza massima al 80% per cui a questo punto dovremo ricalibrare le corse, e provvedere ad un primo ridimensionamento del parco mezzi, interrompendo l’utilizzo dei privati”.

“Successivamente – spiega il presidente Tua – dovremo andare a vedere, in base alla presenza di utenti da domani in poi, come avviare una rotazione in turno del personale”.

“Il crollo delle presenze della popolazione studentesca sugli autobus avrà poi una ricaduta negativa sui ricavi che ci dovrà portare – conclude Giuliante – ad un attento esame del Piano Economico Finanziario della società”.




 ALTRI DUE DECESSI IN RSA AVEZZANO, BILANCIO SALE A 15

Sale a 15 il bilancio dei decessi nella Rsa dell’istituto don Orione di Avezzano: tra la notte e la giornata di oggi sono scomparsi altri tre anziani.

Nella struttura, nelle scorse settimane, si è sviluppato un grave focolaio che ha causato 102 positivi, di cui 85 ospiti e 17 tra il personale medico e paramedico.

Nel primo piano della Rsa è stato creato un reparto covid, i 35 positivi sono isolati nel terzo piano.

Nella struttura erano ospitate 120 persone.

La Rsa è stata commissariata dalla Asl in seguito alla richiesta del sindaco di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio.

Nella struttura c’è stata anche una ispezione dei carabinieri dei Nas, il cui risultato non è ancora noto.

COVID SULMONA: MANCANO I TAMPONI, SOSPESE ATTIVITA’ PRE-TRIAGE

I tamponi non bastano e la seduta del pre-triage fissata per oggi slitta a domani.

Accade anche questo a Sulmona con il sistema che continua a registrare una serie di criticità.

Dopo l’odissea da ricovero a causa della saturazione negli ospedali, anche i tamponi cominciano a scarseggiare.

Il pre-triage dell’ospedale Peligno ha infatti dovuto sospendere la somministrazione dei tamponi che sono risultati non sufficienti per coprire la richiesta.

Secondo gli addetti ai lavori servirebbe una programmazione diversa da parte dei vertici aziendali per evitare il blocco del sistema.

Nel frattempo nel Centro Abruzzo si è avuta una piccola impennata dei contagi: se ne contano venti solo nella mattinata di oggi.

Tra i nuovi positivi c’è anche un autista del 118, in servizio presso l’ospedale di Castel Di Sangro, dipendente di una cooperativa.

Gli altri contagi sono così distribuiti: 6 Villalago, 4 Sulmona, 3 Pacentro, 1 Castel Di Sangro, 1 Bugnara, 1 Prezza o meglio la frazione di Campo di Fano, 1 Pettorano sul Gizio, 1 Civitella Alfedena (un’altra guardia del Pnlam) e altri 2, appartenenti a persone residenti a Castel Di Sangro e Raiano, per i quali sono in corso le verifiche sull’effettivo domicilio.

I venti casi di oggi si vanno ad aggiungere ai dieci accertati ieri.

Preoccupa fra tutti il fronte di Villalago dopo la catena di contagi come pure per Pacentro si è resa necessaria la chiusura precauzionale per tre giorni del plesso scolastico in attesa della stabilizzazione del quadro epidemiologico.

45 NUOVI CASI A MONTORIO, TOTALE POSITIVI SALE A 116

“A Montorio si registrano 116 cittadini positivi, 45 in più rispetto all’aggiornamento precedente”.

Così il sindaco di Montorio al Vomano, Fabio Altitonante, che comunica il dato sui casi positivi al Covid-19.

“Ricordiamo che negli ultimi 15 giorni sono stati eseguiti più di 700 tamponi a cittadini montoriesi (circa il 10% dei residenti). Entro la prossima settimana più di 50 persone faranno il tampone, per verificare la fine della positività, così da poter uscire”, aggiunge.

“Le positività sono emerse grazie al tracciamento dei contatti diretti. Quasi tutti i cittadini- prosegue Altitonante- stanno bene e sono al proprio domicilio, tranne 2 ricoverati, di cui uno anche con altre patologie. Sono tutti, anche i tanti asintomatici, in isolamento fiduciario già da giorni”.

“Ci stiamo confrontando quotidianamente con Asl, per valutare ora per ora la situazione di Montorio. Stiamo aiutando i cittadini a casa in quarantena o in isolamento, con la consegna della spesa, dei medicinali e di altri beni di prima necessità”.

“Per prenotare, chiamate il 3346052105. Per informazioni generali riguardo al Covid-19, potete contattarci allo 0861502236, dalle 9 alle 12″.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: