COVID, IN ABRUZZO 54 CASI, 34 GUARITI E DUE DECESSI. FOCOLAIO A L’AQUILA DOPO BATTESIMO

20 Ottobre 2021 14:37

Regione: Sanità

PESCARA – Sono 54, di età compresa tra 5 e 82 anni, i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo su 3.430 tamponi molecolari e 9.122 test antigenici, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza a 81.994. Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 0.43 per cento.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 2 nuovi casi e sale a 2.557 (il decesso recente si riferisce a un 89enne della provincia dell’Aquila, il secondo risale ai giorni scorsi ed è stato comunicato solo oggi dalla Asl).

Del totale dei casi positivi, 23 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila, 10 in provincia di Chieti, 17 in provincia di Pescara e 9 in provincia di Teramo. Diminuisce di un’unità il numero di casi provenienti da fuori regione (670) e di 4 quello per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 78126 dimessi/guariti (+34 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 1.311 (+18 rispetto a ieri); nel totale sono ricompresi anche 405 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall’inizio dell’emergenza, sui quali sono in corso verifiche.

52 pazienti (-4 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 4 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 1255 (+22 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

FOCOLAIO A L’AQUILA DOPO FESTA DI BATTESIMO, 31 POSITIVI DOPO CONTAGI SCUOLA ROCCA DI MEZZO

Il covid rappresenta ancora una minaccia in provincia dell’Aquila e nel capoluogo, dove sono 18 i nuovi casi. Come riferisce il quotidiano Il Messaggero, un focolaio si è scatenato in un festa di battesimo in un ristorante vicino L’Aquila. Dalla festa si sono sviluppati molti casi positivi, tra persone vaccinate e non. Uno di questi, non vaccinato, è finito ricoverato in ospedale.

Preoccupa poi il focolaio nella scuola di Rocca di Mezzo: 31 casi positivi, di cui 14 adulti e il resto bambini della scuola, la gran parte della materna.

Per questo, il sindaco  Mauro Di Ciccio, ha prorogato  l’ordinanza di chiusura di tutte le scuole.

Si legge nell’ordinanza: “per la Scuola secondaria di primo grado: chiusura dal 21 ottobre con ripresa delle lezioni in presenza dal giorno 25 ottobre 2021; per la Scuola dell’infanzia e scuola primaria: chiusura dal 21 ottobre con ripresa delle lezioni in presenza dal giorno 27 ottobre 2021“, premettendo che “l’evolversi della dinamica dei contagi all’interno del plesso scolastico, seppur maggiormente definita, non è ancora circoscritta a tal punto da poter scongiurare il rischio di una nuova diffusione del virus conseguente alla ripresa delle lezioni in presenza”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: