COVID, IN ABRUZZO 81 POSITIVI E 73 GUARITI.
LUNEDI’ 20 AL VIA SOMMINISTRAZIONE TERZA DOSE

17 Settembre 2021 14:35

Regione: Sanità

PESCARA – Sono 81, di età compresa tra 1 e 90 anni, i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, su 2.702 tamponi molecolari e 4.167 test antigenici, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza a 80.556. Il totale risulta inferiore, in quanto è stato sottratto un caso, comunicato nei giorni scorsi e risultato in carico ad altra Regione.

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 1.17 per cento.

Il bilancio dei pazienti deceduti non registra nuovi casi e resta fermo a 2.535.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 75.972 dimessi/guariti (+73 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 2.049 (+7 rispetto a ieri); nel totale sono ricompresi anche 414 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall’inizio dell’emergenza, sui quali sono in corso verifiche.

72 pazienti (+2 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 7 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 1970 (+5 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 26 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila, 14 in provincia di Chieti, 11 in provincia di Pescara e 26 in provincia di Teramo; 3 casi provengono da fuori regione, mentre rimane invariato il numero di quelli per cui sono in corso verifiche sulla provenienza.

LUNEDI’ 20 AL VIA SOMMINISTRAZIONE TERZA DOSE IN ABRUZZO

Prenderanno il via lunedì 20 settembre, così come stabilito dalle indicazioni della Struttura Commissariale nazionale, le somministrazioni della terza dose addizionale del vaccino Covid 19 nelle 4 Asl abruzzesi.

In questa prima fase, che coinvolge una platea potenziale di circa 30mila cittadini (trapiantati, dializzati, soggetti con immunodeficienze primitive e secondarie, Hiv), non verrà utilizzato il sistema a prenotazione, ma saranno le stesse aziende sanitarie a contattare telefonicamente i pazienti e a fissare l’appuntamento per la somministrazione.

Successivamente, seguiranno le altre categorie previste dalle circolari commissariali: over 80, ospiti delle strutture per anziani, personale sanitario e sociosanitario.

 

Commenti da Facebook
RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: