COVID: IRA PIETRUCCI, “MIO PADRE, CON PATOLOGIE PREGRESSE, ATTENDE DA UNA SETTIMANA ESITO TAMPONE”

30 Novembre 2020 10:58

L’AQUILA – “Mio padre è soggetto molto fragile per via di una patologia pregressa e non esce di casa. Abbiamo avuto bisogno dell’Usca e il medico di base che ringrazio ha provveduto ad attivarla. Gli è stato fatto il tampone, una settimana fa e ad oggi siamo ancora in attesa di risultato. Io mi chiedo neanche tanto sommessamente perché. Perché nelle altre province, a Pescara, a Chieti, a Teramo le cose funzionano meglio di qua?”

La segnalazione è del consigliere regionale del Partito democratico Pierpaolo Pietrucci, aquilano.




“Di solito evito di pubblicare cose relative ai miei genitori, ma ora credo sia utile, perché sono certo che quello che succede a mio padre starà succedendo a moltissimi. E quindi alzo la voce pure per loro”, tiene a precisare.

“Che fine hanno fatto le risorse richieste dalla Asl1 nella delibera 8/5/2020 per far fronte alla recrudescenza della pandemia Covid? Di chi sono le evidenti precise responsabilità di questo inferno? Perché chi è responsabile della Giunta Regionale dell’ Abruzzo non si dimette? A questo punto è ora, mi pare”; si chiede infine in consigliere”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: