COVID LANCIANO: MORTO ALTRO NONNO DELL’ANTONIANO, BILANCIO SALE A 8, 216 I POSITIVI IN CITTA’

17 Novembre 2020 15:56

LANCIANO – Un altro decesso nella Rsa Antoniano di Lanciano, dove nei giorni scorsi è esploso un focolaio Covid: si tratta di un uomo di 90 anni, anche lui nei giorni scorsi trasferito in ospedale a Chieti per le complicanze delle patologie pregresse dovute al virus. Salgono a 8 i decessi di questa seconda ondata, tutti relativi agli ospiti della struttura.

A renderlo noto il sindaco Mario Pupillo: “Con profondo dolore esprimo alla famiglia le mie più sentite condoglianze. È triste dover dare queste notizie, credetemi, i nonni e le nonne che sono lì e ovunque sono quanto di più caro abbiamo, a loro dobbiamo moltissimo”. Gli altri ospiti, spiega il primo cittadino, sono stazionari e in lieve miglioramento, “con la solita cautela che tiene conto delle fragilità delle persone che lì sono assistite. Ieri un ospite che era stato trasferito a Chieti è stato dimesso dall’ospedale e riportato in Istituto”.




“La Asl ci ha comunicato la positività al covid19 di altri 7 concittadini. Il totale degli attualmente positivi in città sale quindi a 216. Abbiamo 343 concittadini in quarantena, mentre dall’inizio della seconda ondata sono 28 i guariti. È come sempre fondamentale rispettare gli altri e sé stessi attraverso l’obbligo della mascherina, del distanziamento fisico e dell’igiene delle mani”, conclude Pupillo.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: