COVID LANCIANO, “VACCINAZIONI AL PALAMASCIANGELO SUBITO”: SINDACO RICHIAMA ASL E REGIONE

9 Aprile 2021 11:17

LANCIANO – “A nome dei 60.000 abitanti del distretto sanitario di Lanciano, dei pazienti fragili trapiantanti, oncologici, diabetici e con gravi patologie in attesa di essere vaccinati da mesi ormai, degli over80 impossibilitati a muoversi da casa che attendono di ricevere il vaccino a domicilio e delle decine e decine di persone che ogni giorno mi scrivono sul tema, torno a chiedere con forza che la Asl Lanciano Vasto Chieti e Regione Abruzzo avviino immediatamente, il prima possibile, le attività di vaccinazione al centro vaccinale del Palamasciangelo che abbiamo messo a disposizione gratuitamente a servizio dell’intero comprensorio frentano”.

È l’ennesimo appello del sindaco di Lanciano Mario Pupillo che torna a sollecitare Asl e Regione: “È di questa mattina la notizia che alcuni nostri concittadini pazienti con fragilità o avanti con l’età sono stati dirottati a Chieti per la vaccinazione da Lanciano: ci saranno sicuramente delle ragioni che al momento ignoro ma che il direttore generale della Asl Thomas Schael e il direttore sanitario Angelo Muraglia dovranno chiarire e spiegare a me e ai cittadini”.

“Non staremo in silenzio davanti a questa gestione inadeguata della sanità pubblica in un momento così delicato – sottolinea Pupillo – Chiediamo che si dia seguito alle pressanti richieste della cittadinanza di cui mi sono fatto portavoce, affinché si possa ricevere il vaccino in una sede adeguata e dignitosa per quanti devono accedervi e per gli operatori sanitari che stanno profondendo un grande sforzo per superare disagi e difficoltà: nonostante gli encomiabili sforzi della referente dott.ssa Manola Rosato, che sta lavorando con il suo team con grande abnegazione, passione e dedizione, il distretto sanitario di Lanciano, come quello di San Vito e infine il laboratorio analisi del Renzetti non sono luoghi adeguati a una campagna vaccinale di massa che richiede spazi ampi e confortevoli, misure eccezionali per una campagna di vaccinazione eccezionale”.

“Noi ci auguriamo che non basti neanche il Palamasciangelo e che sarà necessario aprire altri palasport più capienti e accoglienti nel comprensorio: anzi, dal nostro canto siamo disponibili a mettere a disposizione da subito e in aggiunta anche il padiglione 1 di Lancianofiera Polo Fieristico d’Abruzzo , grazie alla disponibilità del presidente, Franco Ferrante, per raddoppiare, triplicare, quadruplicare se necessario le sedi vaccinali. Noi siamo a disposizione, come sempre. Spero che anche Asl e Regione Abruzzo mettano da parte le questioni di partito e si mettano a disposizione per il comune obiettivo: la salute dei nostri cittadini, che oggi passa per una campagna vaccinale che si deve fare qui e ora, senza perdere un minuto”, chiosa il primo cittadino.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: