COVID L’AQUILA: POSITIVI TRA DOCENTI E ALUNNI, CLASSI IN QUARANTENA, “CHIUDERE SCUOLA DEL TORRIONE, NON E’ PIU’ UN POSTO SICURO”

di Azzurra Caldi

18 Novembre 2020 17:34

L’AQUILA – “Secondo la Asl non ci sarebbero i presupposti per chiudere la scuola, nonostante i tanti casi positivi. Ci chiediamo come sia possibile e con quale criterio si decida di chiudere una scuola sì e l’altra no”.

A denunciare la situazione ad AbruzzoWeb un gruppo di genitori degli alunni che frequentano la scuola primaria e dell’infanzia del Torrione, all’Aquila, da un paio di settimane in apprensione a causa dei contagi tra bambini, docenti e personale scolastico, con diverse classi in quarantena. Immediata sospensione delle attività, interventi urgenti di sanificazione dell’istituto e il puntuale tracciamento dei contatti, tra le richieste espresse dai genitori a dirigente scolastico e Asl.




“Ad oggi non abbiamo ancora il quadro completo della situazione, ma sappiamo che sono risultati positivi almeno 4 bambini, in due classi, 3 docenti e una bidella. E poi sappiamo che in quarantena ci sono 5 classi su 8 alla primaria e una su due all’Infanzia. Abbiamo da poco scoperto che anche la mamma di un bambino positivo è stata contagiata, perché ci mette poco il virus ad arrivare a casa, con tutto quello che potrebbe comportare una situazione del genere. Tra l’altro non tutti rientrano con i tamponi, molti fanno i 14 giorni a casa e rientrano. Se non si effettua subito uno screening rapido, definire quanti positivi ci sono lo vediamo un po’ difficile. Ma con quali parametri si decide di chiudere le strutture? In diverse scuole le lezioni sono state già interrotte, all’ex Onpi hanno sospeso tutto per un unico dipendente positivo e qui, con tutti questi casi, cosa si aspetta?”.

Ma c’è di più: “Ci sono stati anche problemi di comunicazione e una classe ha praticamente fatto la quarantena a scuola. Non è più un posto sicuro. Va imposto l’isolamento a tutti insieme ad una sanificazione straordinaria e il tampone rapido di rientro. Non si può tenere aperta una scuola con tutti questi casi”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: