COVID, MARSILIO: “SCUOLE IN SICUREZZA, ABRUZZO REGIONE CHE HA VACCINATO PIU’ GIOVANI”

20 Agosto 2021 17:10

Regione: Sanità

PESCARA – “L’occupazione ospedaliera è il vero indice che deve guidare le azioni da intraprendere perché misura la reale difficoltà e necessità di intervenire. Sotto questo profilo c’è stata una crescita generalizzata, anche l’Abruzzo pochi giorni fa ha avuto nel giro di 24 ore il raddoppio dei ricoveri in terapia intensiva, da 6 a 11. Oggi siamo arrivati a 12, ma siamo pur sempre decisamente sotto la soglia massima del 10%”.

Così il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, commenta all’Adnkronos la bozza del report settimanale di monitoraggio di ministero della Salute e Iss per cui l’Italia resta in zona bianca.

“Se così -sottolinea Marsilio – è anche grazie alle pressioni delle Regioni che hanno chiesto e ottenuto dal Governo di modificare i parametri e renderli più compatibili con la situazione epidemiologica, altrimenti la colorazione sarebbe stata ben diversa”.

Secondo il governatore è comunque decisivo andare avanti con le vaccinazioni. “In Abruzzo stiamo continuando a fare quelle aperte, andando anche con i camper nei luoghi di villeggiatura. I risultati ci premiano: l’Abruzzo è tra le regioni più avanzate nella campagna vaccinale, siamo primi in assoluto in Italia per vaccino ai giovani. E quarti per numero di abitanti vaccinati rispetto alla popolazione”.

Anche le somministrazioni al personale scolastico ha raggiunto “percentuali elevatissime, abbiamo d’altronde iniziato fin da quando sono stati resi disponibili i vaccini. In Abruzzo la resistenza la vaccino è marginale. Abbiamo stanziato dei fondi per dotare le scuole di termoscanner per fare controlli veloci e massivi all’ingresso, la scuola riparte in sicurezza anche se sarebbero servite più risorse, in particolare per avviare lavori di edilizia scolastica”, conclude.

Commenti da Facebook
RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: