COVID, MARSILIO: “SU CAMBIO SISTEMA COLORI GOVERNO GIA’ FUORI TEMPO MASSIMO”

20 Gennaio 2022 17:02

Regione: Cronaca

PESCARA  – “Il sistema dei colori non regge più, perché a causa dell’estensione del super green pass, le differenze tra bianco, giallo e arancione sono minime. Poi c’è anche il problema dei conteggi negli ospedali. Ma sono mesi che lo diciamo. Servono misure chiare e semplificazioni. E il Governo deve muoversi, è già fuori tempo massimo”.

Così, all’Adnkronos, il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.

L’Abruzzo si avvicina sempre di più alla zona arancione, che potrebbe già scattare dalla prossima settimana, visto che sono già stati superati tutti i parametri per il cambio colore.

In questo contesto, il governatore abruzzese, di Fratelli d’Italia, si aggiunge al coro dei presidenti di Regione che chiedono ormai da tempo un cambio di strategia.

“Cambia lo scenario deve cambiare anche la strategia. Quello che noi abbiamo voluto con forza chiedere e poi fatto sottoscrivere ai colleghi presidenti a livello nazionale è che il governo guardi per il tramite del Cts e prenda atto che la situazione da gestire con le norme di oggi è una situazione da caos”, dice il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia.

“Oggi siamo nel caos sono comprensibili tutte le lamentele dei cittadini che si trovano sottoposti a delle linee guida e circolari previste dal piano di sanità pubblica si trovano una mole di tamponi di fare e anche con buoni impegno va a cozzare con ore di attesa per fare il tampone. Il contact tracing su 21mila contagiati al giorno è impossibile da fare. L’Ecdc dice di concentrarci sui sintomatici – chiarisce Zaia – perché così tutto quello che ci sta intorno non è da trascurare ma è da gestire in maniera più flessibile”. Secondo Zaia “la modifica della definizione di caso è la madre di tutte le battaglie”. La strategia è “concentrarsi sui sintomatici”.

Anche per il presidente della Regione Lombardia, anche lui leghista, Attilio Fontana: “Il sistema delle zone ha funzionato nelle prime fasi della pandemia e prima degli effetti della campagna vaccinale, ora va sicuramente rivisto. Le vaccinazioni stanno dimostrando di mitigare e prevenire l’effetto della malattia da Covid. Chiediamo al Governo di rivedere i parametri e mettere a punto un sistema che consenta da un lato di monitorare l’andamento della pandemia, ma anche di convivere con il virus.  È assolutamente necessaria anche una semplificazione delle regole
su isolamenti e quarantene che di fatto stanno producendo gli stessi effetti di un lockdown, con centinaia di persone asintomatiche costrette a casa. I cittadini hanno mostrato grande senso di responsabilità, si sono vaccinati, l’evidenza ci sta dimostrando che questo ha migliorato la situazione, ora lasciamoli liberi di tornare alla vita”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: