COVID: MIGLIORANO CONDIZIONI DI ACERBO, “PLAUSO A OPERATORI ULTRAPRECARI”

23 Settembre 2020 19:39

PESCARA – “Buongiorno dal letto n. 4, reparto Covid, ospedale Pescara. Anche oggi i miei unici contatti umani sono loro, gli operatori sanitari (oltre agli altri pazienti e ai medici), giovani in gambissima gentili, premurose/i, sempre in movimento, sorridenti. Ventenni che lavorano con passione e sensibilità. Li chiamano ‘angeli’, ‘eroi’ ma, al di là delle retoriche del potere, anche loro sono ultraprecari, somministrati attraverso l’agenzia interinale Manpower”.

Lo scrive su Facebook il segretario nazionale di Rifondazione Comunista, Maurizio Acerbo, ricoverato al Covid Hospital di Pescara dopo essere risultato positivo al coronavirus.

Le condizioni di Acerbo, 54 anni, pescarese, già parlamentare e consigliere regionale, sono migliorate: non è più sottoposto a terapia dell’ossigeno.





La sua positività al virus era stata accertata dopo che la scorsa settimana aveva avuto febbre alta, perdita dell’olfatto e sintomi compatibili con il Covid-19.

“Sanità, diritti e lavoro. Abbiamo ancora molte battaglie da fare”, conclude Acerbo nel suo post.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!