COVID: OBBLIGO VACCINALE, SALE PRESSING SUL GOVERNO, “SIAMO IN EMERGENZA SANITARIA”

23 Agosto 2021 08:27

Italia: Sanità

ROMA – Il fronte che vuole l’introduzione dell’obbligo vaccinale si allarga. Il pressing sul governo cresce di ora in ora. Una spinta importante arriva con il discorso del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per l’apertura del meeting di Rimini: “Vaccinarsi è un dovere”.

A pesare il dato che la quasi totalità dei ricoverati in terapia intensiva non è vaccinato.

Per oggi è atteso l’intervento del ministro della Sanità, Roberto Speranza, sempre al Meeting di Rimini.

Due consulenti dell’esecutivo Draghi aprono all’obbligo vaccinale per centrare l’obiettivo dell’80 % di persone immunizzate fissato dal commissario per l’emergenza Francesco Paolo Figliuolo. Guido Rasi, ex direttore di Ema e consulente del commissario Figliuolo, in un’intervista al Giornale avverte: “O si accelera sulle vaccinazioni, recuperando la quota di esitanti, o l’unica strada è far scattare l’obbligo”.

Spiega il professor Sergio Abrignani, immunologo dell’Università Statale di Milano, membro del Comitato tecnico scientifico: “siamo nel pieno di una emergenza sanitaria, l’unico modo per uscirne è prevedere l’obbligo vaccinale, perché serve a ridurre la circolazione del virus e a limitarne gli effetti negativi”.

Ha intanto annunciato il sottosegretario alla Sanità, Andrea Costa: “Per l’obbligo di Green pass penso a tutte quelle attività dove c’è da garantire la continuità di un servizio, per esempio gli operatori del Trasporto pubblico locale, i dipendenti dei market e dei servizi essenziali. E anche gli impiegati degli uffici comunali e pubblici dovranno tornare alla normalità e in presenza: hanno la responsabilità di garantire un servizio al Paese e a contatto con il pubblico”.

Il governo non torna intanto indietro sul ritorno a scuola in presenza e il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ribadisce che gli operatori scolastici senza green pass verranno sospesi.

“Sono qui per confermarvi che tutto il Governo sta lavorando per un ritorno in presenza. Noi siamo convintissimi di questo, abbiamo lavorato su questo già da primavera, abbiamo portato in presenza tutti i bambini e i ragazzi, abbiamo fatto tutti gli esami di maturità e abbiamo tenuto aperto le scuole anche in estate. In questo momento stiamo investendo una quantità di risorse, oltre due miliardi, come mai si è visto”.

 

Commenti da Facebook
RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: