COVID, OMS: “AL LAVORO PER AUMENTARE PRODUZIONE VACCINI MRNA”

7 Giugno 2021 18:55

ROMA – “L’aumento della produzione” di vaccini Covid “non avviene dall’oggi al domani, ma prima si investe, prima può iniziare. All’Assemblea mondiale della sanità, gli Stati membri hanno adottato una risoluzione che chiedeva all’Oms di sostenere ulteriormente i Paesi per aumentare la produzione locale. Lo faremo, aiuteremo a identificare i colli di bottiglia, a fornire soluzioni e sviluppare piani di accelerazione della produzione”.

È uno degli aspetti su cui l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) sta lavorando, come ha spiegato oggi il direttore generale dell’agenzia, Tedros Adhanom Ghebreyesus, durante il consueto punto stampa sulla situazione di Sars-CoV-2.

Un esempio? “Due mesi fa, l’Oms ha anche lanciato un invito per stabilire un hub di trasferimento di tecnologia a mRna, e facilitare una maggiore produzione globale di questi vaccini. Abbiamo ricevuto manifestazioni d’interesse da alcune aziende e da alcuni Paesi desiderosi di ricevere la tecnologia e realizzare impianti di produzione”.

“Stiamo conducendo una revisione tecnica e presto avvieremo discussioni con gli Stati membri e i partner per iniziare l’attuazione” di questo piano, ha aggiunto il Dg, continuando a “invitare le aziende con tecnologia mRna a condividerla attraverso il Covid-19 Technology Access Pool: il risultato può essere vantaggioso sia per il proprietario del know-how che per la salute pubblica”.

Tedros ha evidenziato l’importanza di agire sulle produzioni locali di vaccini anti-Covid. “La condivisione dei vaccini ora è essenziale. Ma è anche chiaro che in caso di emergenza, i Paesi a basso reddito non possono fare affidamento esclusivamente sulle importazioni di vaccini dalle nazioni più ricche”.

Investire nella produzione locale quindi “è fondamentale – ha aggiunto – per i vaccini Covid-19 e per la produzione di vaccinazioni di routine e altri prodotti sanitari. Due mesi fa, l’Unione africana ha lanciato un partenariato per la produzione di ‘vaccini africani’ e diversi Paesi stanno facendo progressi” in questa direzione. “Spero che entro la fine di quest’anno verranno identificati alcuni siti di produzione e almeno vicini alla produzione di vaccini”, ha concludo il Dg Oms.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: