COVID: PETTINARI, “ALLERGIE: MIGLIAIA DI CITTADINI VORREBBERO VACCINARSI”

23 Luglio 2021 15:52

Pescara: Abruzzo

PESCARA – “Sono oltre 600, nella sola Asl di Pescara, gli operatori sanitari in attesa di un consulto con il medico allergologo per poter effettuare il vaccino anti Covid-19.  A questi si aggiungono centinaia e centinaia di cittadini abbandonati da mesi in lista d’attesa per effettuare i test allergologici e poter finalmente accedere alla campagna di vaccinazione. Il paradosso è che mentre le istituzioni invitano i cittadini a immunizzarsi e si lamentano di una mancata adesione alla vaccinazione, ci sono numerosi utenti  che vorrebbero effettuare il vaccino anti Covid-19 ma che non sono messi nelle condizioni di poterlo fare” la denuncia arriva dal Vicepresidente del Consiglio regionale Domenico Pettinari che ha immediatamente segnalato la delicata questione alla Asl di Pescara e agli organi competenti di Regione Abruzzo.

“A quegli utenti – spiega nel dettaglio Pettinari – che si sono recati presso i Centri vaccinali e, nell’effettuare l’anamnesi il medico vaccinatore ha rilevato problematiche allergologiche, non è stato giustamente inoculato il siero.  Sono stati, quindi, inseriti in una lista di attesa per effettuare una visita con il medico allergologo della AUSL ed, eventualmente, sottoporsi ai test per verificare la reazione allergica ad alcuni eccipienti dei vaccini, sia per quelli a vettore virale che ad mRNA. Peccato però che una volta entrati in questa lista d’attesa ci si trovi in una sorta di limbo in cui si rimane parcheggiati per mesi. Parliamo di soggetti di tutte le età, sospesi dal vaccino e abbandonati a sé stessi.

Inoltre è stato rilevato un proliferare di campagne pubblicitarie da parte di laboratori privati che effettuerebbero i test per le prove allergiche agli eccipienti del vaccino. Una situazione che invita, di fatto, gli utenti a recarsi presso strutture private e a pagamento per poter avere la dose in tempi brevi.

Mai come in questo momento – continua Pettinari –  con il sopravvento e la veloce diffusione ed alta contagiosità della variante Delta, è importante che più persone possibili siano sottoposte al vaccino e anche in tempi rapidi. E’ paradossale che da un lato ci siano le campagne di sensibilizzazione delle Regioni e del Governo, che spingono la popolazione a vaccinarsi e dall’altro un’intera fascia di popolazione non sia messa nella condizione di farlo.

Per questo chiedo all’Assessore alla Salute Nicoletta Verì e al Direttore del Dipartimento Dott. Claudio D’Amario di intervenire sui vertici delle AUSL abruzzesi affinché si sblocchino al più presto le visite allergologiche del servizio sanitario pubblico per permettere al maggior numero possibile di cittadini di poter effettuare in sicurezza il vaccino anti Covid-19 e frenare l’avanzata dei contagi che si sta verificando in questi giorni e che purtroppo sta nuovamente mettendo  a repentaglio la salute e la sicurezza dei cittadini.” Conclude.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: