COVID, “POSITIVI MA CON IL SUPER GREEN PASS ANCORA VALIDO”. LA DENUNCIA: “CAOS PANDEMIA BUROCRATICA”

13 Gennaio 2022 17:28

Teramo: Sanità

TERAMO – Persone bloccate in quarantena a casa, attività in semi-lockdown, l’irrisolto problema di un’assistenza efficace per malati o anche solo positivi asintomatici: alla “pandemia burocratica” si aggiungono sempre ulteriori tasselli e, a complicare l’intricato groviglio di norme approvate negli ultimi due anni, ci si mette anche il super green pass.

E in Abruzzo, come nel resto del Paese, si moltiplicano le segnalazioni circa il malfunzionamento del sistema che regola l’attivazione del certificato verde, strumento che ormai scandisce le vite dei cittadini e che pure, nonostante questo, non funziona come dovrebbe.

“Siamo positivi da 4 giorni, da quel momento, come è ovvio, ci siamo immediatamente isolati ma, a quanto pare, i nostri super green pass sono ancora validi”, spiega ad AbruzzoWeb un lettore teramano che è risultato positivo insieme alla sua compagna.

Oltre alle difficoltà, sempre più diffuse, nel contattare medici di base o le Asl, sempre meno tempestivi nelle comunicazioni anche a causa del boom dei contagi registrato nell’ultimo periodo, si aggiungono sempre nuovi cavilli burocratici, in questo caso legati ad un inefficace funzionamento del certificato.

“Nonostante il sistema alla base del Super green pass non sia stato aggiornato, ed evidentemente non è stato inserito il tampone positivo, dalla società di raccolta rifiuti, invece, ci hanno subito contattati per informarci sulle modalità di raccolta, segno tangibile che, almeno per quanto concerne il loro compito, siano molto più efficienti rispetto a uno strumento di sicurezza introdotto in tutto il Paese per regolare i contagi”.

In sostanza, spiega, “noi siamo positivi al covid ma i nostri Super green pass non lo sanno, sono ancora validi.  Considerando che ormai il tracciamento è completamente saltato, come ammesso da più fronti, a questo punto è facile chiedersi: se uscissimo, chi se ne accorgerebbe?”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: