COVID: “PRIMA I BAMBINI”, GENITORI PREOCCUPATI PER DANNI PSICOLOGICI

20 Novembre 2020 10:37

ROMA – In Italia il 31% dei genitori ha paura che a causa del peggioramento della pandemia i figli non si sentano liberi di vivere serenamente, il 27% che possano contrarre il coronavirus (percentuale che cresce nei genitori di figli tra gli 0 e i 5 anni) e il 24% che possano presentare conseguenze sul piano psicologico. È quanto emerge da una ricerca Doxa realizzata per Telefono Azzurro sulle abitudini dei bambini durante la pandemia.

Nel 31° anniversario dell’adozione della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza le restrizioni legate alla pandemia “soprattutto in Italia hanno un forte impatto sulla vita dei bambini” ed è per questo che in occasione della ricorrenza Telefono Azzurro lancia una campagna di sensibilizzazione multicanale che prevede, tra l’altro, uno spot di “forte impatto” e una campagna social #Primaibambini. Secondo la ricerca Doxa lo sguardo verso il futuro diventa più critico quanto più i figli sono grandi: il 24% dei genitori con figli adolescenti è infatti spaventato all’idea che questi possano perdere la fiducia verso le possibilità future e il 21% che possano risentire delle difficoltà economiche.




Il video racconta di un incendio divampato in un palazzo, in cui gli abitanti sono in fuga. Un uomo si aggira per il palazzo in senso contrario alla folla proprio per poter essere d’aiuto a qualcuno. Si fa largo con difficoltà tra le fiamme che aumentano, fino a sfondare una porta dietro cui trova due bambini rimasti intrappolati. Eppure, trovandosi davanti a loro, accade l’impossibile: li ignora completamente. “Sembra impossibile? Eppure sta accadendo oggi” sostiene Telefono Azzurro aggiungendo che “quello che in qualunque altra emergenza sembrerebbe incomprensibile, sta avvenendo proprio in questi mesi”. “Abbiamo scelto immagini forti perché riteniamo che – ha commentato Il presidente di Telefono Azzurro Ernesto Caffo – non sia più possibile rimandare: le istituzioni devono riportare i minori al centro dei programmi per il Paese, adesso. L’emergenza sanitaria richiede a tutti sacrifici e rinunce doverose per arginare i contagi ma siamo sicuri che si sia pensato abbastanza ai minori? I giovani rappresentano il futuro dell’Italia e del mondo e come tali vanno tutelati e incentivati con maggior attenzione”.

Sui social invece la sensibilizzazione di istituzioni e utenti passa da una call to action che prevede la condivisione di un video, una foto o un messaggio con l’hashtag #Primaibambini e il tag dell’account di Telefono Azzurro su Facebook, Instagram, Twitter e LinkedIn e nei prossimi giorni verrà lanciata anche una challenge sul nuovo account TikTok che richiederà agli utenti l’utilizzo dell’hashtag #Parlaconme. “Con queste iniziative contiamo non solo di sensibilizzare più persone possibile sui diritti dei minori ma anche – ha concluso Caffo – di porre il tema al centro dell’agenda mediatica, un passaggio indispensabile per portare la tutela dei bambini e degli adolescenti all’attenzione dell’opinione pubblica”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: