COVID ABRUZZO: PRONTA LISTA SANITARI NON VACCINATI, CORSA PER IMMUNIZZARE 43MILA UNDER 19

14 Agosto 2021 10:18

Regione: Cronaca

L’AQUILA – Verso la stretta per medici ed operatori sanitari che non si sono ancora vaccinati e che dovranno farlo per non incorrere in sanzioni. Si tratta comunque una piccola minoranza visto che quasi tutti sanitari si sono vaccinati, in Abruzzo come in Italia. Le le quattro Asl stanno completando la lista dei ritardatari in collaborazione con l’Ordine dei medici.

I non vaccinati  si vedranno recapitare dunque un ultimatum 5 giorni per farsi somministrare la dose, oppure scatteranno provvedimenti sanzionatori, potrebbero arrivare alla sospensione dello stipendio.

Intanto prosegue la corsa per vaccinare i 43 giovani abruzzesi tra i 12 e i 19 anni che non hanno ricevuto ancora nessuna dose. immunizzati sono ad oggi 27 mila circa, 21mila sono in attesa della prima dose.

Ieri comunque un successo dell’open day organizzato dalla Asl di Teramo negli hub di Teramo e Alba Adriatica, con oltre mille somministrazioni, quasi tutte  tra under 19.

Lunedì 16 operazione simile a L’Aquila, con due nuove opzioni per gli studenti: somministrazione il giorno successivo alla prenotazione via mail oppure accesso diretto al centro vaccinale Asl del proprio territorio di residenza entro una determinata fascia oraria.

Nel primo caso la prenotazione va fatta entro le ore 17.00, sul sistema Poste oppure alla mail vaccinazionecovid.studenti@asl1abruzzo.it, in modo da presentarsi l’indomani al centro vaccinale per farsi somministrare la dose.

In alternativa, gli studenti potranno vaccinarsi, senza prenotazione, recandosi direttamente al centro vaccinale Asl del proprio territorio, dalle ore 10 alle 13.00.

L’accesso diretto può essere utilizzato anche da insegnanti e ultrasessantenni.

Le nuove modalità, introdotte dalla Asl, come afferma il direttore del servizio prevenzione, Domenico Pompei, servono a dare ulteriore spinta all’attività vaccinale contro il covid che peraltro in provincia procede a ritmo serrato.

Nel territorio della Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, infatti, alle ore 10.40 di ieri, venerdì 13 agosto, erano state somministrate 362.430 dosi, di cui 203.025 prime dosi e 159.405 richiami. Dati che indicano una copertura di circa il 60% nella popolazione target da 12 anni in su e che 43.620 persone hanno ricevuto la prima dose. Numeri che collocano la Asl provinciale di L’Aquila nelle prime posizioni in Regione.

 

Commenti da Facebook
RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: